Turco (M5S): “Si lavora a togliere immunità penale. E ora riattivare subito il CIS”

 

pubblicato il 03 Marzo 2019, 17:30
3 mins

“Il recente provvedimento di chiusura temporanea di due scuole del quartiere Tamburi solleva interrogativi rimasti al momento inevasi. In particolare, appare chiaro che, se vi è un danno potenziale nei confronti della popolazione scolare, lo stesso si può dire dei residenti che vivono a ridosso delle cosiddette collinette ecologiche e degli operai che lavorano in aziende prossime a quelle enormi discariche di rifiuti tossici”. È questa la valutazione del senatore del MoVimento 5 Stelle, Mario Turco, che poi aggiunge: “È quanto mai necessario accendere i riflettori sull’emergenza sanitaria che grava sulla città di Taranto. Accolgo con gioia la notizia che il ministro dell’Ambiente Costa abbia chiamato in causa l’Istituto Superiore di Sanità (Ispra) per indagare in merito all’aumento degli inquinanti registrato dalle centraline dell’Arpa. Ma abbiamo bisogno di uno strumento normativo che non si limiti a sanzionare gli sforamenti dei tetti previsti dalla legge per i singoli inquinanti emessi dalla fabbrica, qualora ci fossero. Abbiamo bisogno di una valutazione integrata ambiente-salute che solo la Viias può restituirci”.
“Il Governo – prosegue il portavoce pentastellato – sta lavorando all’eliminazione dell’immunità penale, rispondendo in questo modo alle legittime istanze del territorio. Lo farà – come annunciato dal ministro Lezzi – nel prossimo provvedimento utile. Va dato atto all’intera pattuglia dei parlamentari tarantini del MoVimento di aver sempre, attraverso proposte di legge, interrogazioni parlamentari, interventi in aula, azioni pubbliche o mediante moral suasion, perorato soprattutto la causa dell’eliminazione dell’immunità penale e dell’introduzione nella aree di crisi industriale complessa della misurazione preventiva integrata del danno sanitario. Con riferimento a quest’ultimo aspetto si spera che venga calendarizzata presto in Senato, nelle commissioni competenti, per iniziare il proprio iter legislativo. Riguardo, poi, all’immunità penale, essa rappresenta inoltre un ingiusto strumento di protezione dei commissari straordinari prima e del gestore della fabbrica ora . Uno strumento che ha alterato il regime di libera concorrenza tra le imprese, fornendo all’Ilva e a Mittal un vantaggio concorrenziale che autorità più attente avrebbero dovuto rilevare con immediatezza”.
“Ora è necessario riavviare con urgenza il Contratto Istituzionale per Taranto – conclude il senatore Turco –. Anche in questo senso, tuttavia, ci sono novità positive. Penso alla call per esperti che affiancherà il ministro dello Sviluppo economico all’interno della Commissione speciale per la riconversione di Taranto istituita con la Legge di bilancio 2019. Mi preme ricordare, a questo proposito, che – come previsto dalla Legge di bilancio – la Commissione speciale dovrà operare ‘in raccordo con il Tavolo istituzionale permanente per l’Area di Taranto’. Questo significa che anche gli interventi del Cis dovranno inserirsi nell’ottica della riconversione che questo Governo intende realizzare”.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)