L’Usb denuncia problematiche strutturali impianti ex Ilva

 

pubblicato il 01 Marzo 2019, 18:00
25 secs

Nello stabilimento ex Ilva di Taranto gestito da ArcelorMittal si rilevano ancora gravi problematiche strutturali degli impianti che incidono direttamente sulla sicurezza dei lavoratori. È quanto sottolinea l’Usb di Taranto, che ha presentato un esposto alla procura della Repubblica. Il 27 febbraio – riferisce una nota – RLS e RSU dell’USB Taranto sono intervenuti in area Acciaieria 1, in particolare “nel capannone dove operano i locomotori del reparto Mof (Movimentazione Ferroviaria) dell’Acciaieria 1 dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal di Taranto sono state rilevate gravi criticità, come lamiere pericolanti che in passato erano già state oggetto di denuncia, cumuli di scorie e fondi di siviera che hanno già provocato problemi al passaggio dei locomotori“. “Va ricordato – aggiunge il sindacato di base – che questi cumuli sono posti sul terreno senza nessun contenimento, quindi sussiste un serio rischio di contaminazione dei terreni. Solo dopo la denuncia dell’Usb la zona è stata messa in sicurezza a seguito dell’intervento dei Vigili del Fuoco a cui va la nostra gratitudine per la tempestività e la professionalità dimostrata anche in questa occasione“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)