Premio Presìdi del Libro 2019: si vota

 

pubblicato il 28 Febbraio 2019, 07:21
3 mins

Il Premio Presìdi del Libro 2019 assegnerà tre riconoscimenti: i premi “Libro dell’anno” e “Lettore dell’anno” a cui si aggiunge il nuovo “Premio Alessandro Leogrande”.  La premiazione si terrà il 7 aprile al teatro Fusco. In questa occasione  sarà assegnato anche il tradizionale Premio Lettore dell’anno a cinque votanti estratti a sorte, che si aggiudicheranno i libri scritti da Alessandro Leogrande.

A Taranto si può votare nei seguenti seggi: Biblioteca “ Acclavio” , venerdì 1 marzo, ore 9:00 / 13:00 : Libreria Dickens, venerdì 1 marzo e sabato 2 marzo, ore 9:00/ 13:00 e 17:00/20:00.

Per il Premio “Libro dell’anno” sono stati candidati: Giosuè Calaciura con “Tram di Natale” (Sellerio), Paolo Giordano con “Divorare il cielo” (Einaudi),  Daniele Semeraro con “Ana Macarena” (Castelvecchi), Nadia Terranova con “Addio fantasmi” (Einaudi) e Mariolina Venezia con “Rione serra venerdì” (Einaudi).

A scegliere il vincitore saranno i lettori, che venerdì 1 e sabato 2 marzo si recheranno nei circa 100 seggi allestiti nelle librerie e nelle biblioteche pugliesi indicate dai Presìdi https://www.presidi.org/wp-content/uploads/2019/02/PremioPresidi2019_Dovesivota.jpg

Per votare basterà compilare una scheda contenente la lista dei titoli.

La  terza edizione del Premio dedica anche una sezione al giornalismo narrativo d’inchiesta, in nome di Alessandro Leogrande. In lizza per il Premio “Alessandro Leogrande” ci sono cinque titoli di autori italiani di giornalismo letterario d’inchiesta, pubblicati tra il primo gennaio e il 31 dicembre 2018. Si tratta di “La giusta quantità di dolore” (Exòrma Edizioni) di Giada Ceri, “Non solo di cose d’amore” (Marsilio) di Pietro Del Soldà, “La strage silenziosa” (Rubbettino Editore) di Marco Grasso e Marcello Zinola, “Piccola città” (Editori Laterza) di Vanessa Roghi, “Il generale” (La nave di Teseo) di Lorenzo Tondo.

I finalisti del Premio “Alessandro Leogrande”, sono stati selezionati per la prima volta da una giuria tecnica, formata da Francesca Borri, Mario Desiati, Valeria Palumbo, Christian Raimo e Marino Sinibaldi. In questo caso il vincitore sarà votato dai responsabili dei Presìdi del Libro.  Alessandro Leogrande”, questa volta in una edizione completamente nuova, con una sezione dedicata al giornalismo narrativo di inchiesta, per celebrare maggiormente la vita e le opere dello scrittore scomparso, cui il Premio è dedicato.

Intanto dopo la vittoria dello scorso anno del candidato, lo scrittore Gaetano Appeso, con il suo taccuino di viaggio “Mesoamerica. Sulle tracce del Serpente Piumato” (Edizioni Dellisanti, 2017), il Presidio del Libro di San Giorgio Jonico, partecipa anche quest’anno alle votazioni per il Premio.

La sede delle votazioni sarà nuovamente la Biblioteca comunale di San Giorgio Jonico, dove si potrà votare per il “Libro dell’anno” sempre nei giorni venerdì 1 marzo e sabato 2 marzo.

 

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)