Stretta di mano tra Giove e D’Alò: 0-0 e palla al centro

 

pubblicato il 26 Febbraio 2019, 22:04
56 secs

In merito all’increscioso episodio verificatosi domenica prima della partita Taranto-Fasano, allorquando al giornalista Lorenzo D’Aló della Gazzetta del Mezzogiorno, è stato negato l’ingresso allo stadio, il Taranto F.C. 1927 precisa che si è trattato di uno spiacevole disguido, giunto al culmine di una settimana movimentata. A tal proposito, in data odierna il Presidente Massimo Giove ha incontrato il giornalista Lorenzo D’Aló rinnovando la stima nei suoi confronti e della testata che rappresenta. Il Presidente ribadisce la grande considerazione che ha del prezioso lavoro che svolgono a Taranto tutti gli operatori dell’informazione, nella speranza che unità d’intenti e rispetto dei ruoli possano far compiere al calcio rossoblù l’agognato salto di qualità.
Nell’occasione il giornalista Lorenzo D’Aló ha espresso soddisfazione per le parole pronunciate dal Presidente Massimo Giove.

p.s. bene così, ci sono volute circa 48 ore ma alla fine il presidente Giove ha scelto la strada del buonsenso, anche perché insomma il disguido si era trasformato in buccia di banana per il club rossoblù considerando che il collega il giorno prima della gara aveva regolarmente ritirato il suo tagliando di accredito e il giorno della partita invece, nonostante il tagliando, il collega è stato bloccato all’ingresso dello stadio neanche fosse un elemento pericoloso. Perché diciamola tutta: una cosa è negare l’accredito ed un’altra rimbalzare una persona che ha il titolo in mano per accedere allo stadio.

 

 

 

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)