Il Taranto ospita il Fasano per dimenticare una settimana difficile

 

pubblicato il 23 Febbraio 2019, 14:59
3 mins

Nessuna distrazione. Il Taranto è obbligato a vincere tutte le partite (dieci) che mancano da qui al termine della stagione e sperare che Picerno e Cerignola lascino punti per strada. Niente deve distrarre i rossoblù dal loro obiettivo ossia recuperare il gap di 5 punti dalla vetta, nemmeno le vicende extra campo come quella del punto di penalizzazione piombata tra capo e collo nelle ultime ore.

La squadra rossoblù domani, ore 15.00, ospita allo Iacovone il Fasano, compagine che rimanda indietro al rocambolesco due pari dell’andata al termine di un match che il Taranto aveva dominato ma che si era chiuso con il gol poco dopo il novantesimo dei brindisini e dopo una lunga serie di miracoli del loro portiere.
“Quella di domani sarà una partita difficile come le altre” – ha dichiarato Emiliano Massimo, centrocampista degli jonici alla vigilia di questa sfida – “da qui fino alla fine del campionato avremo 10 finali e adesso dobbiamo pensare solo a quella con il Fasano. Aver fatto tanti risultati utili di fila e poi ritrovarsi a 4/5 punti dalla vetta sicuramente ti fa riflettere un attimo. Ma sappiamo benissimo che la strada è ancora lunga. Abbiamo appreso quello che è successo in settimana ma la società si sta già muovendo nel miglior modo possibile. Noi dobbiamo pensare solo al campo, come abbiamo sempre fatto”.

Il Fasano occupa il settimo posto in classifica e sinora ha avuto una stagione altalenante. In trasferta ha conquistato la metà (17) dei punti totali in classifica (34) imponendosi su campi ostici come Bitonto e Sorrento. Dal mercato invernale è uscito indebolito, avendo perso il fantasista Nadarevic (accasatosi al Cerignola) e preso giocatori di livello medio per la categoria. Non ha un cannoniere tra i propri marcatori anche se gli attaccanti Montaldi e Corvino (5 reti a testa) sono molto temibili così come il centrocampista offensivo argentino Ganci (4 reti, sinora per lui, autore del 2-2 all’andata).
Il tecnico rossoblù Panarelli dovrà fare ancora a meno dell’infortunato difensore Lanzolla, mentre l’altro difensore Di Bari resta in dubbio; recuperato, invece, la mezza punta Esposito che potrebbe tornare titolare.
Intanto la gara casalinga della capolista Picerno contro il Gravina è stata rinviata a data da stabilire a seguito delle avverse condizioni metereologiche che in queste ore stanno condizionando buona parte del Sud Italia.

Condividi:

Commenta

  • (non verrà pubblicata)