Leonardo Grottaglie: Regione e Comune valutano soluzioni per trasporto lavoratori

 

Inserimento area stabilimento Leonardo di Grottaglie. L'assessore Giovanni Giannini risponde al consigliere regionale Gianluca Bozzetti
pubblicato il 14 Febbraio 2019, 19:05
7 mins

Non è tardata ad arrivare la risposta dell’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Giannini al consigliere regionale Gianluca Bozzetti (M5S) in relazione alla richiesta di sostegno ai lavoratori dello stabilimento Leonardo di Grottaglie e di inserimento dell’area nella rete di trasporto pubblico regionale.

La Regione Puglia si sta adoperando a sostegno dei lavoratori dello stabilimento Leonardo di Grottaglie, e a tal fine sono in programma una serie di confronti con le altre istituzioni coinvolte con l’obiettivo ultimo di includere lo stabilimento nella rete di trasporto pubblico regionale. La regione non può non evidenziare che, pur condividendo la rilevanza del servizio richiesto dai lavoratori, attualmente il contratto di servizio è in regime di proroga, e pertanto le uniche modifiche al programma attualmente possibili sono quelle conducibili al 3% delle sole linee esistenti, in base alla normativa vigente – si legge nella risposta dell’assessore Giannini -. Insieme al comune di Grottaglie questa amministrazione ha valutato le possibili nuove linee per servire lo stabilimento Leonardo sia da Brindisi che da Taranto, da inserire nel Piano Triennale dei Servizi 2020/2022; le provincie di Taranto e Brindisi si stanno attivando nella definizione dei propri piani di bacino in cui inserire le linee di adduzione allo stabilimento. L’assessorato rileva che ci sono ampi margini di manovra sia nel piano di bacino della provincia di Brindisi che in quello della provincia di Taranto per poter istituire nell’immediato futuro nuovi collegamenti utili al soddisfacimento del bisogno emerso“.

(leggi la prima denuncia dei sindacati https://www.corriereditaranto.it/2019/02/05/le-rsu-leonardo-finmeccanica-scrivono-alla-regione/)

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Grottaglie, Ciro D’Alò. “Dal primo ottobre 2018 si sono susseguiti altri tre incontri preparatori (5/11-21/11 e 30/11) ai quali oltre alla presenza del Comune di Grottaglie hanno partecipato i referenti di CTP, STP e nell’ultima riunione anche i Presidenti della Provincia di Taranto e Brindisi. Analizzato il potenziale fabbisogno di mezzi di trasporto pubblico da e verso lo stabilimento, e sentite le aziende di trasporto pubblico delle province di Taranto e Brindisi, si sono prospettate delle tratte con relativi costi di abbonamento a carico delle istituzioni regionali. Le stesse aziende hanno da subito dichiarato la loro disponibilità a predisporre l’attivazione del servizio già da Gennaio 2019. La questione, lo scorso 12 dicembre, è stata da me sollecitata con un resoconto dettagliato di tutte le fasi che ho consegnato al Presidente Michele Emiliano e all’assessore Giannini il quale, sentito questa mattina, ha confermato l’interesse sull’importante questione, rassicurandomi e confermandomi che si sta già lavorando per l’attivazione del servizio valutando le tratte da noi proposte sia da Brindisi che da Taranto da inserire nel Piano Triennale dei Servizi 2020/2022″, ha dichiarato il primo cittadino di Grottaglie. È quindi grazie a una serie di incontri a cui hanno partecipato tutte le realtà coinvolte, si è potuto iniziare un percorso, che con la collaborazione di tutti, fornirà un servizio necessario per i dipendenti dello stabilimento Jonico”. “L’attenzione e l’impegno per la tutela dei diritti e degli interessi dei lavoratori dello Stabilimento Leonardo di Grottaglie-Monteasi, manifestata a questa amministrazione dalla stessa azienda, dai lavoratori e dalla organizzazioni sindacali, è stata personalmente presa in carico sin da subito. Infatti, proprio in occasione dell’incontro tra l’Amministratore Delegato di Leonardo, Dott. Profumo ed il Presidente della Regione Puglia, durante lo scorso ottobre, è stata concordata un’azione comune per risolvere la mancanza di alcune tratte di trasporto pubblico a supporto del personale operante all’interno dello stabilimento”, è quanto annunciato da Ciro D’Alò sindaco di Grottaglie, intervenendo sulla questione relativa al trasporto pubblico lavoratori stabilimento ex Alenia.

(leggi anche https://www.corriereditaranto.it/2019/02/06/leonardo-grottaglie-la-regione-promette-tavolo-su-trasporto-lavoratori2/)

È indispensabile che l’assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini, intervenga a sostegno dei lavoratori dello stabilimento Leonardo di Grottaglie, affinché l’area venga inserita nella rete di trasporto pubblico regionale”. E’ quanto aveva dichiarato due giorni fa il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Gianluca Bozzetti, spiegando che oltre 2000 lavoratori provenienti in particolar modo dalle province di Brindisi e Taranto, tutti i giorni della settimana raggiungono il posto di lavoro senza avere la possibilità di poter utilizzare efficacemente i mezzi pubblici. “È una condizione inaccettabile – evidenziava Bozzetti – e la problematica è stata già posta più volte anche all’attenzione dell’assessore Giannini per una soluzione definitiva, ma alle numerose promesse ricevute non è stato mai dato alcun seguito. È necessario intervenire con urgenza ascoltando le esigenze di migliaia di lavoratori che raggiungono quotidianamente lo stabilimento di Grottaglie, estendendo o ottimizzando le percorrenze chilometriche delle società di trasporto. Una proposta alla quale anche l’assessore allo Sviluppo economico, Borraccino, si è già dichiarato pienamente favorevole”. È notizia di queste ore lo sblocco da parte del ministero dei 3,9 miliardi di euro del riparto dei fondi del Tpl, quindi anche da un punto di vista economico l’assessorato regionale al trasporto non ha più scuse per negare l’implementazione di un servizio fondamentale anche e soprattutto per la sicurezza dei lavoratori. Auspico quanto prima che tutte le parti interessate si accordino per una soluzione congiunta. È impensabile che al giorno d’oggi – conclude – una importante realtà per lo sviluppo del territorio pugliese che coinvolge migliaia di pendolari sia di Brindisi che di Taranto, sia sprovvista di un efficiente servizio pubblico di mobilità”.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)