I Verdi scrivono a Melucci: “Come tutela salute cittadini nei wind days?”

 

pubblicato il 14 Febbraio 2019, 18:55
2 mins

Il primo cittadino cosa intende fare per tutelare la salute dei tarantini nei giorni di ‘wind days’?“. È la domanda che i Verdi rivolgono in una lettera al sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, riferendosi ai rischi determinati dalla dispersione degli inquinanti provenienti dallo stabilimento siderurgico ex Ilva, oggi ArcelorMittal, in occasione dei cosiddetti ‘wind days’, giorni di forte vento proveniente da nord-ovest.

Il sindaco – aggiungono – è ufficiale sanitario ed è responsabile della tutela della salute pubblica che è evidente non sarà tutelata finché funzionerà l’area a caldo dell’ex Ilva dalla quale vengono emesse quasi tutte le sostanze contaminanti del siderurgico“. Secondo i Verdi, “il punto non è se tenere chiuse le scuole nei giorni di ‘wind days’ mentre tutta la città continua a lavorare regolarmente. L’obiettivo è costruire il percorso per eliminare i problemi creati dalla presenza dello stabilimento ex Ilva ai danni dell’intera città e provincia. Per ora leggiamo solo dichiarazioni superficiali su concerti e turismo, ma niente di specifico sulla tutela dell’ambiente e della salute“. Nella lettera al primo cittadino si sottolinea che “la violenza del vento è in linea con i cambiamenti climatici, problema complesso che deve vedere l’impegno di tutti perché tutti possono cambiare le loro abitudini e le scelte di vita. Manca però da parte degli amministratori locali un indirizzo chiaro e una comunicazione coerente in materia di verde pubblico, di gestione dei rifiuti e della mobilità come se la lotta al cambiamento climatico non passasse anche dalle loro scelte. Manca una prospettiva chiara sul futuro della città“. È necessario, concludono i Verdi, “che il sindaco agisca concretamente per la tutela della salute dei cittadini con azioni che non si limitino al mero rispetto di un piano ambientale insufficiente rispetto alle reali esigenze“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)