Mercoledì al MarTA sul paesaggio sulle bonifiche a Taranto

 

Incontro dedicato alla partecipazione del percorso di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione sul territorio di Taranto
pubblicato il 13 Febbraio 2019, 20:17
2 mins

Capire e analizzare i paesaggi degradati e devastati dalla mano dell’uomo ma soprattutto lavorare insieme per riqualificarli e valorizzarli attraverso azioni di bonifica e recupero.

E’ stato il tema oggetto di uno dei focus che propone periodicamente il Museo MarTA e denominato “Il paesaggio dell’uomo: impatti sulla natura e sul territorio”, per i “Mercoledì del MArTA”, nell’ambito dell’accordo di collaborazione tra il Museo Archeologico Nazionale di Taranto e il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, svoltosi lo scorso 6 febbraio, presso la Sala Incontri del museo tarantino, come prima conferenza di un ciclo di incontri.

Vera Corbelli, Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, ha introdotto la conferenza  discutendo dei processi di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione degli strumenti per la rigenerazione e per il rilancio di un territorio improntati sulla sostenibilità sociale, ambientale, economica e sulla promozione del patrimonio storico-culturale. Un incontro dedicato alla partecipazione del percorso di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione posto in essere sul territorio di Taranto e sull’area di crisi ambientale, rappresentando altresì come la strategia di azione configurata e predisposta costituisce piattaforma di riferimento per la rigenerazione territoriale ed elemento di governo che “accompagna” Taranto ad assumere un ruolo di “città pilota” dove l’armonia tra necessità sociali e modello di sviluppo sostenibile si coniuga con la valorizzazione del patrimonio naturale e delle ricchezze storico-culturali. L’evento ha fatto registrare una grande partecipazione da parte del pubblico.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)