Nei guai una famiglia di spacciatori. In manette prima il padre poi la madre, denunciato il figlio

 

pubblicato il 09 Febbraio 2019, 17:59
55 secs

I Carabinieri del N.O.R. della Compagnia di Taranto hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare personale in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Taranto, nei confronti di una 50enne, tarantina, con precedenti di polizia che lo scorso mese di dicembre era stata colta in flagranza, tra le mura domestiche, nell’atto di coadiuvare il marito nello spaccio di droga. In quella circostanza i militari traevano in arresto l’uomo e deferivano la donna in stato di libertà, alla Procura delle Repubblica del capoluogo jonico, per i reati di detenzione e traffico di sostanze stupefacenti, rinvenendo nella circostanza un cospicuo quantitativo di hashish.

Durante le fasi esecutive del provvedimento restrittivo a carico della donna, il figlio di quest’ultima, un 29enne, con precedenti di polizia, veniva trovato in possesso, nella medesima dimora, di un discreto quantitativo di droga: 3 gr. di cocaina, 2 gr. di eroina, 44 gr. di hascisc, il tutto suddiviso in 20 dosi. Alla luce di quanto sopra, entrambi venivano accompagnati nella caserma di viale Virgilio per le formalità di rito al termine delle quali la 50enne, veniva condotta presso la locale Casa Circondariale, mentre il figlio deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria tarantina, dovendo rispondere anch’egli del medesimo reato. Tutta la sostanza stupefacente sequestrata sarà analizzata dai militari del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)