FAI, ‘Luoghi del cuore’: il Castello Aragonese nella top ten

 

Soddisfazioni anche per il Santuario Madonna della Scala di Massafra, 15°
pubblicato il 06 Febbraio 2019, 21:07
2 mins

Il Castello Aragonese nella top ten dei ‘Luoghi del cuore’. Una splendida soddisfazione per la struttura tarantina ormai conosciuta il tutto il Paese, e non soltanto. Con 23.424 voti, il Castello Aragonese ha preceduto la Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Alessandria (22.003). Al primo posto, il Monte Pisano Calci-Vicopisano (114.670), al secondo il Fiume Oreto a Palermo (83.138), al terzo l’Antico Stabilimento Termale Porretta Terme (75.740).
Ma a ritenersi soddisfatti saranno anche i massafresi, perchè il Santuario Madonna della Scala si è piazzato al 15° posto con ben 18.714 voti. Più in basso c’è anche la nostra Circummarpiccolo, finita al 29° con 13.766 voti.
Il progetto del FAI (Fondo Ambiente Italiano) ‘Luoghi del cuore’ è un modo di dire entrato ormai nel lessico comune e utilizzato abitualmente per indicare luoghi unici, una mappa variegata e sorprendente formata da siti per noi speciali perché legati alla nostra identità e alla nostra memoria. Piccoli o grandi, famosi o sconosciuti, questi luoghi ci emozionano e raccontano la nostra storia personale: un sogno, una scoperta, una gioia, un rifugio. Vederli in stato di degrado o di abbandono, senza la cura necessaria a proteggerli o un’adeguata valorizzazione per farli conoscere, ci rattrista, ci ferisce ma ci fa anche impegnare e lottare per offrirgli un futuro.

L’eccezionale risultato di più di 2 milioni di voti raccolti – un traguardo mai raggiunto negli oltre 15 anni di storia del censimento – e le classifiche definitive dei luoghi più votati della 9ª edizione dei ‘Luoghi del cuore’ sono stati annunciati oggi. Un successo che testimonia l’amore e l’impegno che moltissimi Italiani condividono per la bellezza del nostro Paese. I 37.200 luoghi oggetto di segnalazione costituiscono una preziosa mappatura spontanea di luoghi tanto diversi tra loro quanto amati, fatta di paesaggi e di palazzi storici, di chiese e di fiumi, di castelli e di borghi, di ville e di botteghe storiche, di giardini e di sentieri, che rende “visibile” il sentimento profondo che lega le persone ai territori dove vivono o dove hanno vissuto esperienze importanti della loro vita.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)