Scuola digitale: il MIUR finanzia 8 progetti in Provincia di Taranto

 

Esprime soddisfazione il portavoce alla Camera dei deputati del MoVimento 5 Stelle Giovanni Aresta (Vice Capogruppo in Commissione Difesa)
pubblicato il 24 Gennaio 2019, 18:09
4 mins

“La Puglia è una delle Regioni con il maggior numero di progetti approvati e che quindi beneficerà dei finanziamenti del Governo per la realizzazione nelle scuole di ambienti didattici innovativi, spazi di apprendimento capaci di integrare nella didattica l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia”: dei 78 progetti che saranno finanziati in Puglia, 7 sono in provincia di Brindisi e 8 nella provincia di Taranto. Ad esprimere soddisfazione è il portavoce alla Camera dei deputati del MoVimento 5 Stelle Avv. Giovanni Luca Aresta (Vice Capogruppo in Commissione Difesa).

A meno di un mese dalla chiusura dell’avviso pubblicato a dicembre, nelle scorse ore sono state rese note le graduatorie. “Le risorse di cui potranno usufruire le scuole – spiega il deputato – saranno utilizzate per dotare le aule delle scuole che frequentano i nostri bambini con arredi e dispositivi che favoriscano metodologie didattiche innovative. Il nostro Governo dimostra la sua attenzione e la volontà di investire nella scuola e nelle nuove tecnologie“.

In provincia di Brindisi le scuole beneficiarie sono collocate nei seguenti comuni: il Secondo Istituto Comprensivo di Francavilla Fontana; l’Istituto Comprensivo di Latiano; l’Istituto Comprensivo di Carovigno; l’Istituto Comprensivo Sant’Elia-Commenda, l’Istituto Comprensivo “Centro 1” – Scuola Infanzia – Primaria, l’Istituto Comprensivo Bozzano e l’Istituto Industriale e Liceo delle Scienze Applicate “Ettore Majorana” di Brindisi; l’I.I.S.S. Gaetano Salvemini e la Scuola Bianco Pascoli di Fasano; l’Istituto Comprensivo di Erchie; il 1° Istituto Comprensivo “De Amicis-Milizia” di Oria.

Nella provincia di Taranto, invece, l’Istituto Comprensivo Bonsegna Toniolo, l’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII e il “Del Prete – Falcone” di Sava; l’Istituto Comprensivo “Marconi” di Palagianello; l’Istituto Comprensivo “G. Calò” di Ginosa; l’Istituto Comprensivo Pascoli-Giovinazzi di Castellaneta; il Liceo De Sanctis – Galilei di Manduria; il Liceo De Ruggieri di Massafra; l’Istituto Comprensivo Marconi Michelangelo e l’Istituto Comprensivo Diaz di Laterza; l’IISS Galileo Ferraris – Liceo Scientifico con Scienze Applicate e il “Pacinotti” di Taranto. In tutta la Puglia il finanziamento captato ammonta a un milione e mezzo di euro.

Con i 22 milioni di euro stanziati dal Governo, 1.115 scuole italiane potranno finalmente dotarsi di nuovi ambienti di apprendimento – continua Aresta – costituiti da dotazioni tecnologiche innovative per l’utilizzo della realtà virtuale e aumentata nella didattica, della robotica educativa, del pensiero computazionale, della stampa 3D. Con questa misura diamo un forte impulso ad un modo tutto nuovo. Questi 78 progetti pugliesi finanziati rappresentano un input fondamentale per i luoghi della cultura per eccellenza. All’Avviso per la presentazione delle candidature dello scorso mese di dicembre hanno risposto oltre 5.000 istituzioni scolastiche, un numero record per le azioni del Piano Nazionale Scuola Digitale. A questa grande richiesta di innovazione che conferma l’interesse delle scuole verso le nostre iniziative – conclude – rispondiamo finanziando subito, già in questo anno scolastico, più di mille scuole. Una soddisfazione doppia – conclude il deputato – considerato che sono molteplici i progetti finanziati nel Collegio. A tutte le scuole beneficiarie, in particolare ai nostri studenti auguro un buon lavoro“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)