Ex Ilva, Emiliano al congresso Cgil: “Governo apra a decarbonizzazione”

 

pubblicato il 22 Gennaio 2019, 16:58
45 secs

Ci auguriamo che il Governo riesca ad aprire finalmente la discussione sulle nuove tecnologie che devono presiedere il nuovo impianto siderurgico di Taranto“. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, nel suo intervento di saluto al congresso nazionale della Cgil che si è aperto oggi a Bari, parlando dell’ex Ilva e delle altre questioni ambientali che riguardano la Puglia.

Basterebbe l’importanza di quell’impianto – ha detto Emiliano – a giustificare ogni discussione anche in sede nazionale, però c’è qualche cosa di più: c’è l’idea di una capacità di produzione carbon free, che non rilasci emissioni in atmosfera di Co2 né di altri materiali inquinanti, che possa trasformare la nostra competitività e possa restituirci un ruolo produttivo anche nel settore dell’acciaio in tutto il mondo. E ci possiamo riuscire – ha aggiunto – solo se mettiamo insieme la saggezza di chi rappresenta la protezione dei lavoratori ma anche, per cultura e per storia, quella dei cittadini. Perché nella vostra storia non c’è solo la protezione corporativa del lavoratore, ma una visione complessiva della società. È per questo – ha detto Emiliano riferendosi alla questione trivelle – che difendiamo l’ambiente da qualunque Governo immagini di utilizzare la bellezza e la forza del mare per stupide speculazioni senza costrutto e senza futuro economico“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)