Taranto, isole amministrative: si studiano soluzioni per rilanciarle

 

pubblicato il 13 Gennaio 2019, 17:18
2 mins

Tenendo fede all’impegno assunto con i colleghi interessati, in occasione dell’assemblea di Area Vasta Tarantina lo scorso mese di dicembre, il sindaco Melucci ed i tecnici di Palazzo di Città hanno incontrato le Amministrazioni che hanno pertinenze aderenti alle isole amministrative del Comune di Taranto.

Il primo tavolo di lavoro sul tema, recita una nota municipale, ha registrato la disponibilità degli Amministratori ionici a studiare l’acquisizione delle aree non direttamente collegate al territorio del capoluogo, ovvero non integrate nella sua pianificazione. In sostanza, si discute di tutte le aree ad esclusione dell’isola amministrativa che insiste sulla costa, per la quale è prevista una formale ridenominazione e che solo il capoluogo ha la forza di riqualificare in un grande progetto che sta, ad ogni modo, già coinvolgendo la Provincia, i Comuni limitrofi e gli operatori privati lì insediati.

“L’iniziativa – secondo Melucci – è importantissima, non solo perché al solito stiamo mettendo ordine dopo tempo immemore nelle nostre criticità amministrative ed ottimizzando risorse e programmi di sviluppo per un territorio più omogeneo, ma anche perché insieme ai Sindaci coinvolti daremo finalmente una soluzione ai disagi che patiscono i cittadini residenti di aree gestite ad oggi in maniera promiscua e con gravi difficoltà logistiche. E in parallelo alla definizione di un piano generale per le isole amministrative, ora accelereremo sul rilancio turistico e naturalistico della nostra splendida costa, passando per una seria azione di contrasto all’abusivismo.” I Comuni aderenti all’operazione torneranno a riunirsi entro poche settimane, prima di coinvolgere gli uffici regionali per l’istruttoria di rito.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)