Plastica a go go sulla spiaggia ex Lampara

 

Operazione pulizia di Retake Taranto e Plasticaqquà: raccolte notevoli quantità di retine di plastica usate in mitilicoltura
pubblicato il 13 Gennaio 2019, 17:14
2 mins

Una vera emergenza-plastica è quella che è emersa questa domenica mattina alla spiaggia libera ex “Lampara” affianco al vecchio stabilimento Marechiaro (San Vito), durante l’intervento di pulizia effettuato dai volontari delle associazioni “Retake Taranto” e “Plasticaqquà” affiancati dagli studenti dell’istituto Plateja. Complessivamente circa trenta di persone (un buon numero, considerata la giornata particolarmente fredda) si sono ritrovate alle 10 sul posto per mettersi subito al lavoro, coordinate da Alessandra Laghezza, responsabile di Retake Taranto, e da Francesca Boccardi, per Plasticaqquà. Indossate le pettorine azzurre e muniti di guanti e sacchi di plastica, i volontari hanno raccolto soprattutto considerevoli quantità di retine di plastica, quelle usate per la coltivazione delle cozze (nelle immediate vicinanze insistono molti allevamenti), visibilmente tranciate da strumenti acuminati per estrarne il prodotto una volta giunto a maturazione. Questo, senza aver cura di conservarle per opportuno smaltimento ma abbandonandole alle correnti, col rischio di essere ingerite dalla fauna marina. Complessivamente di queste retine sono stati riempiti una quindicina di grossi sacchi, quelli da quindici litri ciascuno, ma solo per quelle rinvenute a riva. Tranquillamente si può dunque supporre che altre considerevoli quantità giacciano sui fondali. Si rende perciò necessario, da parte degli organi preposti, una opportuna campagna di sensibilizzazione nei confronti dei mitilicoltori.
I volontari hanno inoltre raccolto una grande rete da pesca e un buon numero contenitori di polistirolo, bottiglie e tappi di plastica; per motivi di ordine sanitario si è preferito abbandonare sulla spiaggia le siringhe usate dai tossicodipendenti, della cui raccolta e smaltimento dovranno occuparsi gli operatori dell’Amiu.
Il prossimo appuntamento di Retake Taranto è per venerdì mattina, alle ore 10.30, in piazza Ebalia per la pulizia di aiuole e panchine; chiunque potrà aggregarsi a questa concreta dimostrazione di amore per la città.

Condividi:

Commenta

  • (non verrà pubblicata)