Giannini e Borraccino ad incontro su treni linea Bari-Taranto

 

pubblicato il 11 Gennaio 2019, 17:49
3 mins

L’assessore ai Trasporti Giovanni Giannini e l’assessore allo Sviluppo economico, Cosimo Borraccino hanno incontrato questa mattina le organizzazioni sindacali FIT CISL, USB, UGL Autoferrotramvieri, FILT CGIL, FAISA CISAL, ORSA Ferrovie, UILTrasporti sul tema dei trasporti ferroviari da e per Taranto.

Alla presenza dei rappresentanti di Trenitalia, il tavolo ha discusso sia sull’offerta complessiva dei servizi regionali nella prospettiva di un modello cadenzato che anche sulla direttrice tarantina possa replicare quanto già proposto sulla linea adriatica.

In particolare per Taranto l’assessore Giannini ha chiarito come il modello di esercizio su ferro sia rimasto sostanzialmente invariato, eccezion fatta per la circolazione di un nuovo treno serale da Bari a Taranto. Infatti l’offerta feriale prevede la circolazione di 28 treni tra Taranto e Bari (27 nel precedente orario) e 6 treni tra Gioia del Colle e Bari (in numero uguale al precedente orario). Nei giorni festivi circolano 10 treni tra Bari e Taranto, come in precedenza.

In sostanza, tutte le stazioni hanno una fermata in più rispetto al precedente orario, tranne Palagianello e Castellaneta che mantengono invariato il numero delle fermate. Queste due stazioni, infatti, acquisiscono la fermata del nuovo treno serale e perdono quella del Regionale 22404 (Taranto p. 5:00- Bari a. 6:12).

Per ottimizzare ulteriormente i servizi che servono la relazione, anche alla luce delle richieste pervenute dai pendolari, dal 14 gennaio saranno apportate le seguenti modifiche agli orari di partenza/arrivo di alcuni treni:

R 12627 sarà anticipato (BA 17.32 – TA 18.52) con fermate aggiuntive a Modugno Città, Bitetto, Grumo Appula, Acquaviva

R 12630 sarà posticipato (TA 16.50 – BA 18.01)

R 12634 (TA 18.03 – BA 19.15) effettuerà fermate aggiuntive a Modugno Città, Bitetto, Grumo Appula, Acquaviva

R 12648 sarà anticipato (BA 22.45 – TA 00:08) dal lunedì al venerdì e manterrà l’attuale orario il sabato

R 22415 circolerà al mattino (BA 08.39 – GIOIA 9.24, anziché BA 17.29 – GIOIA 18.16)

R 22418 circolerà al mattino (GIOIA 09.52 – BA 10.33, anziché GIOIA 18:44 – BA 19.24)

Le Organizzazioni sindacali, preso atto di quanto illustrato, hanno avanzato ulteriori proposte sull’orario e sul ripristino delle fermate di Palagianello, nonché richiesto una generale ottimizzazione dei servizi anche sulle direttrici Taranto-Brindisi e Taranto –Metaponto per le quali Trenitalia si riserva di valutarne la realizzabilità.

I sindacati hanno condiviso il modello di trasporto integrato, intermodale e cadenzato promosso dalla Regione Puglia, nonché preso atto positivamente, della disponibilità della stessa a valutare le proposte di modifica degli orari dei treni ove possibile ed accoglierle aderendo alle esigenze dei pendolari. Le stesse hanno preso atto altresì che sulla linea BA-TA è in corso lo studio per l’introduzione dell’orario cadenzato peraltro già previsto all’interno dell’Accordo Quadro Regione-RFI. E’ stato poi chiesto che la Regione continui nell’attività di supporto alle province per la redazione dei piani di bacino da definire secondo i principi stabiliti dal legislatore nazionale ed ispirati alla mobilità sostenibile. Auspicano infine che la Regione avvii un confronto sui temi del trasporto ferroviario delle merci.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)