‘Incontri con autori e tematiche’: “Tarantini brava gente?”

 

pubblicato il 08 Gennaio 2019, 08:52
2 mins

Al via la rassegna diIncontri con autori e tematiche’ “Taranto legge 2019”, il 9 gennaio, alle ore 18.00, nella sala convegni della Necropoli di via Marche, organizzata dalla Rete Scuola – Territorio oTarantini brava gente DEFINITIVAmonima che riunisce gli Istituti superiori Archita, Aristosseno,  Ferraris, Quinto Ennio, Maria Pia, Pitagora.

Tema di quest’anno “Progetti di Comunità“: letture condivise ed intergenerazionali sui temi della convivenza sociale, della solidarietà, del senso delle regole e civico, sulle speranze che la bellezza e la letteratura sanno creare anche in una città come Taranto, segnata dalla crisi e dalla rassegnazione.

Dà il battesimo all’iniziativa il grande sociologo e talentuoso narratore di genere (si parlerà del suo fortunatissimo “Tutto torna”) Leonardo Palmisano che discuterà con lettori tarantini di tutte le età del diffuso o meno senso della Legge e della Giustizia, nel quale Lui crede e per il quale si spende quotidianamente, rispondendo alla seria domanda “Tarantini brava gente?” e parlando, con ragione di causa, da grande esperto, della Criminalità organizzata in Puglia.

Molto interessante anche l’adesione all’iniziativa del talentuoso vignettista Holdenaccio (Antonio Rossetti) che nei suoi deliziosi “Quaderni tarantini” ha fornito una Sua personale risposta alla domanda del titolo, scegliendo di tornare nella sua Taranto, per lavorarci ed aprirla al mondo. Le docenti organizzatrici ringraziano, oltre gli autori, “Taranto sotterranea”, nella persona del Dottor Zerruso, per l’ospitalità nel significativo contesto della sala antistante la Necropoli di Via Marche, incoraggiante location inaugurale per un progetto culturale che vuole rivitalizzare la Tradizione, creandone una nuova, contemporanea ed alternativa, decisamente aperta ai non addetti ai lavori.

Nell’occasione verrà illustrata la Programmazione di quest’anno (tra i nomi certi Terranova, Armeni, Postorino, Cobianchi, Pillinini, Melga).

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)