Ex Ilva, primo sciopero per ArcelorMittal

 

pubblicato il 04 Gennaio 2019, 18:54
12 secs

Uno sciopero di 24 ore, a partire dalle ore 7 del 14 gennaio, dei dipendenti dello stabilimento ArcelorMittal Italia (ex Ilva) di Taranto è stato proclamato dalle Rsu (Rappresentanze sindacali unitarie) Fim, Fiom e Usb per protestare contro i ritardi nel completamento dell’organico e la decisione manifestata dall’azienda di spostare personale di alcuni reparti dello stabilimento. Disposizione che i sindacati considerato ‘unitalerale»’ e ‘inaccettabile’. Il piano occupazionale “al momento – osservano le Rsu – risulta incompiuto rispetto agli 8200 lavoratori previsti dall’accordo del 6 settembre scorso. A fronte del graduale raggiungimento di produzione prefisso dal piano industriale appare evidente la necessità di implementare l’organico che al momento viene selezionato da altri impianti con mansioni del tutto differenti alle attività previste“. Per questo Fim, Fiom, Uilm e Usb chiedono “l’immediata sospensione della decisione aziendale” e a sostegno delle stesse rivendicazioni sindacali proclamano lo sciopero per il 14 gennaio (8 ore per turno).

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)