La lunga agonia dei Curdi

 

Coinvolti spesso nei conflitti dell’area petrolifera e il percorso nelle tubazioni che portano nel Mar Mediterraneo
pubblicato il 31 Dicembre 2018, 13:34
2 mins

Parliamo del popolo mediorientale dei Curdi e la loro lunga agonia. I Curdi sono un gruppo etnico origine indoeuropeo che abita divisi negli attuali stati di Iran, Iraq, Siria, Turchia e in misura minore Armenia. L’area è a volte indicata col termine di Kurdistan. I Curdi in Turchia ammontano a 20 milioni, pari a un quinto della popolazione della Turchia e alla metà di tutti i curdi del Medio Oriente. In totale circa 40 milioni.


Nella politica della Turchia, le loro istanze sono rappresentate generalmente da partiti politici di sinistra, uno di loro partiti il PKK (Partîya Karkerén Kurdîstan) è considerato un movimento terrorista, il loro capo – Abdullah Ocalan – è stato arrestato nel 1999 e tuttora è detenuto in un isola nel mare di Marmara. Sono stati coinvolti nei conflitti che da tempo interessano l’area petrolifera e il percorso nelle tubazioni che portano nel Mar Mediterraneo. Nonostante hanno combattuto per difendere i propri diritti sono stati considerati sempre perdenti, in questi giorni si parla di un ritiro dalla Siria negli americani e forse dall’Irak.

Se ciò avvenisse i combattenti curdi in Siria si troverebbero in un nuovo scenario bellico, con quello che rimane dei terroristi dell’Isis, con l’esercito turco e la presenza russa. Ho avuto modo nella mia carriera di reporter televisivo di occuparmi di loro recandomi nei loro territori, a volte istaurando ottimi rapporti, in particolare con i loro capi e per la loro storia di grande civiltà. Ora dopo tanti anni di lotta per l’indipendenza tutto è rimasto come negli anni 70 e le prospettive future non sono buone.
Per capire meglio un pezzo della loro storia e lotta vi propongo questo mio reportage negli anni 80 utile per capire meglio il presente: https://youtu.be/7nYqWfdDBjk

E per conoscere un po’ dei loro territori: https://youtu.be/mViedo9pa68

Commenta

  • (non verrà pubblicata)