Regione, interventi per Taranto: la soddisfazione di Liviano

 

pubblicato il 22 Dicembre 2018, 11:54
7 mins

“La giunta regionale ha approvato lo schema di convenzione tra la Regione Puglia e il Politecnico di Bari – Dipartimento DICAR per il rafforzamento dell’offerta di Alta Formazione sui beni culturali a Taranto. Si tratta di un importante passo lungo la strada del rilancio culturale della nostra città e il coronamento di un lavoro che ho portato avanti da tempo in collaborazione con il Politecnico di Bari”. A dichiararlo è il consigliere regionale del Gruppo Misto, Gianni Liviano, visibilmente soddisfatto per l’importante risultato raggiunto dopo tanto lavoro e numerosi incontri fatti per raggiungere questo ambizioso obiettivo. “Nell’anno accademico 2019/2020 partirà, dunque, la Scuola post laurea di Specializzazione per i Beni Architettonici e Paesaggistici, aggiunge Liviano. “Per far partire questo importante corso universitario – prosegue Liviano – sono stati messi a disposizione 145mila euro che, in parte, saranno erogati sotto forma di borse di studio per la frequenza della scuola stessa a favore degli studenti più meritevoli”.
La Regione Puglia, attraverso la convenzione, intende, nell’ambito dei primi interventi da realizzare sul territorio di Taranto per il sostegno alla realizzazione partecipata della Legge su Taranto, offrire una risposta alle aspettative della città nel settore dell’alta formazione, con ricadute anche al livello urbano e territoriale, valorizzando quelle tematiche specifiche di cui la città per i suoi trascorsi e per la sua consistenza storico monumentale è portatrice.
“Si tratta – sottolinea il consigliere Liviano – di un progetto che non può che contribuire ad innalzare il livello dell’offerta formativa a Taranto e a restituirle centralità sul piano della riscoperta delle proprie radici oltre che uno scatto culturale in avanti. La volontà del Politecnico di Bari di investire su Taranto ci dà la cifra di come la nostra città, nonostante le enormi difficoltà, resti un valido attrattore culturale. La scuola di specializzazione per i Beni architettonici e paesaggistici – conclude Gianni Liviano – è un ulteriore tassello del più complesso mosaico che riguarda il potenziamento dell’offerta formativa, uno dei capisaldi della Legge per Taranto, nel quale rientra la Blue economy con annessa filiera della nautica per la quale, insieme al collega Sabino Zinni, ho presentato un emendamento al bilancio di previsione 2019 perché vengano stanziati ulteriori 500mila euro. Se vogliamo invertire la rotta e fermare l’esodo, soprattutto di studenti, dalla nostra città è necessario investire nella formazione e saper rispondere alle esigenze sociali. Occorre una visione che promuova e sostenga, con un approccio di governance multilivello, il necessario cambiamento delle direttrici di sviluppo della città e del territorio circostante, restituendo alla comunità, cittadini e operatori economici, la dimensione del futuro, della salute, della sostenibilità ambientale, del valore culturale, dell’innovazione e dello sviluppo delle risorse e dei fattori competitivi locali”.

Ma la soddisfazione di Liviano è anche per altre iniziative approvate per Taranto. Infatti, assolutamente da non sottovalutare sono i 500mila euro per la costituzione del Polo formativo di eccellenza per la Blue Economy, la nautica e la marineria a Taranto; 600mila euro su tre esercizi finanziari (2019, 2020 e 2021) per l’organizzazione della Fiera del Mare; 250mila euro per finanziare la legge sull’abitare sociale e 100mila euro per quella sugli ipogei. È quanto, infatti, inserito nel bilancio di previsione 2019 approvato nella tarda nottata di ieri dal Consiglio regionale frutto di altrettanti emendamenti presentati da Liviano. Per la Blue economy, si tratta di un emendamento firmato insieme al consigliere regionale Sabino Zinni.

“Il finanziamento per la Blue economy va a rafforzare un progetto già in piedi da tempo, quello della filiera formativa della nautica, e che è in uno stadio avanzato dal momento che, grazie ad una recente intesa, l’Aeronautica militare è pronta a mettere a disposizione un suo immobile che dovrebbe ospitare l’indirizzo nautico, e i relativi laboratori, dell’istituto Archimede, il corso di Scienze del mare dell’Università di Bari e il Master di I livello di Design nautico del Politecnico di Bari”, commenta il consigliere Liviano.

Da ricondurre nell’ambito della Blue Economy rientrano anche i fondi stanziati per la Fiera del Mare che sono a valere per gli esercizi finanziari 2019, 2020 e 2021 per complessivi 600mila euro. “Vogliamo provare a riproporre – commenta Liviano – quello che per Taranto è stato uno storico appuntamento e che può contribuire a valorizzare la risorsa mare”.

Di rilievo anche la previsione di una dotazione finanziaria (250mila euro) per la legge sul cohousing o abitare sociale. “Per coabitazione sociale – spiega il consigliere regionale tarantino – si intende l’abitazione nella stessa casa di persone appartenenti a nuclei familiari differenti che condividono il medesimo alloggio al fine di un reciproco sostegno mentre per condomìni solidali si intende un’abitazione condivisa in una struttura residenziale composta da abitazioni private e da spazi comuni destinati all’uso collettivo e alla condivisione tra i presenti. La coabitazione sociale – aggiunge Liviano – è rivolta a soggetti in condizioni di vita di maggiore fragilità quali famiglie con persone disabili, coppie di anziani sole, nuclei monogenitoriali con bambini, persone singole in età avanzata, nuclei di immigrati regolarmente presenti sul territorio nazionale”.

Per quanto riguarda la legge sugli ipogei, per la quale sono stati previsti 100mila euro in bilancio, Liviano all’epoca della presentazione ne era il primo firmatario insieme ai consiglieri Sabino Zinni, Mauro Pendinelli, Mauro Vizzino, Ruggiero Mennea, Filippo Caracciolo, Cosimo Borraccino, Francesco Ventola, Renato Perrini, Giacomo Gatta, Grazia Di Bari, Marco Galante e Mario Conca.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)