Casa Paisiello, 500mila euro dalla Regione

 

Approvato emendamento della consigliera Franzoso: ora tocca al Comune cofinanziare
pubblicato il 19 Dicembre 2018, 17:10
3 mins

Cinquecentomila euro per far rinascere Casa Paisiello, dimora natale del celebre compositore settecentesco, oggi abbandonata e a rischio crollo nel cuore della Città vecchia di Taranto. È lo stanziamento previsto da un emendamento al Bilancio di previsione della Puglia 2019, presentato da Francesca Franzoso, consigliere regionale di Forza Italia, approvato ieri sera in commissione Finanze.

L’emendamento di Franzoso ha raccolto anche le firme dei colleghi del Pd, Michele Mazzarano e Donato Pentassuglia. Il testo approvato in commissione, diventato un articolo della Finanziaria regionale, dispone una dotazione economica di 500 mila euro per “interventi di messa in sicurezza, recupero e restauro di Casa Paisiello“, a titolo di cofinanziamento, con il Comune di Taranto. L’impegno finanziario della Regione è infatti vincolato alla condizione che l’Ente della città capoluogo impegni la somma di altri 300 mila euro a copertura dell’importo rimanente per il progetto di recupero dell’immobile. “Si tratta – dichiara Franzoso – di una misura volta a recuperare e valorizzare un pezzo importante del patrimonio culturale di Taranto, oggi in stato di abbandono. Riportare la casa di Giovanni Paisiello agli antichi splendori, non è solo un modo per restituire la dimora del celebre compositore ai suoi concittadini, ma è anche un modo per ampliare, con una nuova prestigiosa tappa, l’itinerario culturale della città”.
I consiglieri comunali Stefania Baldassari e Marco Nilo plaudono all’iniziativa della consigliera regionale Francesca Franzoso. Ma serve anche un impegno economico del Comune. “Una città al terzultimo posto della classifica sulla qualità della vita – scrivono Baldassari e Nilo – merita la massima attenzione da parte dei suoi amministratori a tutti i livelli, perché non si perda mai nemmeno una sola occasione per rilanciarla. Non possiamo, dunque, che congratularci con la consigliera regionale Francesca Franzoso, promotrice dell’inserimento all’interno della finanziaria pugliese di uno stanziamento di 500 mila euro. Si tratta di un edificio storico per Taranto che, se valorizzato, potrà divenire punto di interesse per i turisti e per noi tarantini. Se venerdì l’articolo in questione della legge finanziaria verrà approvato il Comune di Taranto dovrà fare la sua parte. L’impegno finanziario regionale è, infatti, condizionato all’impegno da parte del’Ente comunale di corrispondere una somma pari ad ulteriori euro 300 mila euro a copertura dell’importo rimanente per il progetto di recupero dell’immobile. Ci aspettiamo ,dunque, che l’Amministrazione faccia la sua parte perché i colori e le contrapposizioni politiche devono essere messi da parte di fronte alle cose buone per la città, come l’iniziativa della consigliera Franzoso. Questa città necessita di fatti e atti concreti piuttosto che di proclami che ci relegano agli ultimi posti di ogni classifica”.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)