IV Commissione regionale, audizioni sul Piano strategico di Taranto

 

In IV Commissione regionale le audizioni sul Piano strategico per Taranto. Approfondimento sulla candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo
pubblicato il 06 dicembre 2018, 17:17
4 mins

Si sono tenute quest’oggi le audizioni in IV Commissione consiliare regionale, presieduta da Donato Pentassuglia, su “Taranto futuro prossimo”, il piano strategico per il rilancio del capoluogo ionico e del suo territorio

Il Piano strategico, in fase di redazione ad opera dell’agenzia Asset  (Agenzia Regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio), è stato oggetto delle audizioni della IV commissione consiliare su richiesta dello stesso presidente e del consigliere regionale Gianni Liviano. Sono intervenuti alla seduta il direttore amministrativo del Gabinetto della Presidenza, Pierluigi Ruggiero, l’assessore allo sviluppo economico Cosimo Borraccino e il Commissario dell’Asset, Elio Sannicandro.

“Il consigliere Liviano ha chiesto – si legge nel resoconto delle audizioni – in primis chiarimenti sulla gestione dei fondi destinati al Piano, quantificati in 1 milione e 300mila euro, con particolare riferimento alla quota da destinare alla valorizzazione della filiera formativa del mare. Risorse che invece, sarebbero state impiegate, in parte, per remunerare la task force regionale che ha lavorato sulle Zone economiche speciali, il gruppo tecnico che supporta Asset nell’elaborazione del Piano e per finanziare i bandi a sostegno delle aziende agricole rientranti nelle isole amministrative di Taranto e delle zone peri-urbane del capoluogo”.

La nota precisa successivamente che il direttore Ruggiero ha confermato gli interventi indicati da Liviano, chiarendo che la Giunta regionale ha stabilito il trasferimento di circa 340 mila euro all’assessorato all’Agricoltura per consentire il sostegno alle aziende agricole tarantine rimaste fuori dai finanziamenti previsti dal PSR, ma in merito a cui sono state presentate solo tre proposte. Un dato che, pur non strettamente attinente al tema della seduta, indica secondo Pentassuglia, un “cortocircuito nella questione delle isole amministrative che va affrontato con urgenza”.

Il commissario Sannicandro ha fornito invece un quadro delle attività svolte da Asset e dal gruppo di lavoro individuato per la redazione del Piano strategico, a partire dalla ricognizione e mappatura georeferenziata dei progetti e dei programmi riguardanti Taranto in cui si raccolgono informazioni dettagliate sulla situazione di Taranto e dell’area ionica. Programmati inoltre 8 focus tematici per individuare temi e obiettivi con il coinvolgimento di istituzioni pubbliche, stakeholder, associazioni e cittadini. Oltre all’individuazione dei settori su cui far leva per il rilancio e lo sviluppo sostenibile del territorio, Sannicandro ha evidenziato due ulteriori aspetti su cui Asset si sta impegnando: il rafforzamento della struttura tecnico-amministrativa di Taranto per accedere alle risorse nazionali e comunitarie e l’interlocuzione con il governo nazionale per il coordinamento delle attività in atto e i nuovi progetti, tra cui quello di far svolgere i Giochi del Mediterraneo 2025 nel capoluogo jonico.

Al termine dell’intervento, i commissari Gianni Liviano e Marco Galante hanno lamentato lo scarso coinvolgimento del gruppo dei consiglieri jonici nelle scelte prese, chiedendo per il futuro di programmare incontri per fare il punto sullo stato di attuazione del Piano.
L’assessore Borraccino ha riconosciuto l’impegno dei consiglieri ionici nel sostenere gli interventi a favore del territorio, ribadendo la necessità di fare gioco di squadra e sollecitando i diversi interlocutori a porsi in maniera propositiva sui temi della coesione e dello sviluppo.

Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)