Marina di Ginosa, lavoro nero: arrestata coppia di caporali

 

pubblicato il 02 dicembre 2018, 12:47
22 secs

I Carabinieri della Stazione di Marina di Ginosa (Taranto e dell’Aliquota Operativa del N.O.R. della Compagnia di Castellaneta hanno arrestato una 48enne ed un 27enne, conviventi,di origine bulgara domiciliati in Castellaneta, ritenuti responsabili di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. I militari, durante un servizio mirato hanno notato un’autovettura sospetta dove erano stipate 7 persone. Intimato l’Alt e fermato il mezzo hanno accertato che all’interno c’erano 5 lavoratori e la coppia arrestata. Durante l’attività, gli operanti hanno accertato che i braccianti di nazionalità bulgara con la promessa di ottenere una regolare assunzione erano diretti nelle campagne limitrofe per lavorare nei campi. I 2 bulgari sono stati tratti in arresto e, su disposizione del giudice, sottoposti agli arresti domiciliari presso la loro abitazione.  L’autovettura utilizzata per il trasporto dei lavoratori è stata sottoposta a sequestro preventivo finalizzato alla confisca (secondo quanto previsto dal nuovo impianto normativo anticaporalato), mentre il 27enne veniva, sanzionato anche per guida senza patente perché mai conseguita.

Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)