Grottaglie/teatro: presentata la stagione

 

pubblicato il 27 Novembre 2018, 07:18
4 mins

L’Assessora alla cultura della Città di Grottaglie Elisabetta Dubla ricorda i punti focali di questa stagione teatrale oggi presentata alla stampa, contraddistinta da “un bellissimo matrimonio tra il Tpp e la ICO della Magna Grecia” . 

Da Plauto a Goldoni fino alla commedia contemporanea con il volto di punta Emilio Solfrizzi e Antonio Rezza, “un personaggio decisamente non televisivo – sostiene Giulia Delli Santi – ma orgogliosamente teatrale doc. Un grande performer”. La domenica sarà dedicata ai ragazzi e ai bambini. Si svilupperà il tema della fiaba. Dubla descrive “dal bel chiuso del teatro i ragazzi si sposteranno quest’anno anche nella piazza per assistere alla sfilata dei personaggi delle fiabe”. Le scuole primarie, invece, saranno coinvolte in azioni teatrali incentrate sul tema dell’ ecologia e del riciclo intelligente. Le scuole superiori di secondo grado avranno da assistere ad uno spettacolo musicale sulla storia della guerra di Troia.

Si avvia così la campagna abbonamenti per Grottaglie/teatro, rassegna della Città di Grottaglie concepita ed organizzata col Teatro Pubblico Pugliese, quest’anno con l’inserimento di ben quattro concerti dell’ Orchestra ICO Magna Grecia.

Al Teatro dei Padri Gesuiti Monticello si parte con il primo spettacolo il 12 dicembre, ecco la Compagnia del Sole con Il Miles gloriosus di Plauto-gli adulatori sono simili agli amici come i lupi ai cani, con Flavio Albanese, Stella Addario, Antonella Carone, Claudio Castrogiovanni, Patrizia Labianca, Loris Leoci, Tony Marzolla, Luigi Moretti, Dino Parrotta, nella traduzione e regia di Marinella Anaclerio. Il 16 gennaio il molto amato Emilio Solfrizzi con Paola Minaccioni, nella commedia A testa in giù (quattro giorni di sold out in novembre a Bari), testo di Florian Zeller, con Bruno Armando e Viviana Altieri e la regia di Gioele Dix. La serata del 27 febbraio saràcon Pitecus, di Flavia Mastrella Antonio Rezza, con Antonio Rezza. Pitecus racconta storie di tanti personaggi, un andirivieni di gente che vive in un microcosmo disordinato: stracci di realtà si susseguono senza filo conduttore, sublimi cattiverie rendono comici ed aggressivi anche argomenti delicati.

Il 12 marzo sarà la volta di un altro grande narratore pugliese, Paolo Panaro nel goldoniano Le smanie per la villeggiatura, con Altea Chionna, Marco Cusani, Deianira Dragone, Carlo D’Ursi, Alessandro Epifani, Francesco Lamacchia, Riccardo Spagnulo

E il 10 aprile la compagnia rivelazione degli ultimi anni, VicoQuartoMazzini che con Dante Marmone, Nicola Pignataro, Tiziana Schiavarelli, Pinuccio Sinisi porterà anche a Grottaglie, come è già accaduto al Petruzzelli di Bari, Karamazov, liberamente ispirato a “I Fratelli Karamazov” di Fëdor Dostoevskij. Orecchiette in scena, ci si muove nei vicoli della città vecchia di Bari.

Al cartellone di prosa s’intrecciano le proposte musicali dell’Orchestra ICO Magna Grecia. Grottaglie è nel cuore dell’ Orchestra – sostiene il M° Romano – perché è una cittadina dinamica e con gli interlocutori giusti e sensibili alla musica”. Quattro gli appuntamenti, un viaggio nella musica tra generi e discipline diverse, dal gospel sinfonico riletto in chiave orchestrale di Vincent Bohanan & The Sound of Victory, al classico con uno dei più grandi interpreti del violoncello (Enrico Bronzi) affiancato e diretto da un grande direttore bulgaro, fino alla musica e parole tra un rapper siciliano e un grande portatore di parole, Moni Ovadia – voce narrante / Mario Incudine – voce solista, e al flauto di pan di Matthias Schlubeck: i fiumi come fonte di ispirazione ed il mito come favola per gli adulti, tutto narrato dal direttore principale dell’Orchestra ICO Magna Grecia, Luigi Piovano .

Info: Teatro Monticello

Via Karl Marx, 1

Ufficio Cultura del Comune
Via Martiri d’Ungheria
tel. 099.5620251 – 099.5620326
www.teatropubblicopugliese.it

COMUNICATO STAMPA

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)