TEDxTaranto, sconnessioni delle meraviglie

 

pubblicato il 12 Novembre 2018, 18:51
8 mins

L’ascolto senza alcuna passività, ma spunto, esempio, modalità d’apprendimento, perché dall’esempio di chi ha fatto e fa può illuminare ed illuminare ciò che già c’è e che non aspetta altro che interagiscano forze positive e si crei o si evidenzi la bellezza.

TEDxTaranto rinnova il suo brain storming e dopo le ‘Nuvole’ dello scorso anno passa alle ‘Contaminazioni positive. La fotosintesi della vita’ attraverso la presenza di una serie di personaggi che sembrano sconnessi tra loro ma che, attraverso il loro discorsi e le loro storie, indurranno a scoprire quale talento hanno trovato e quale si può ritrovare anche in questa landa che, in un momento di desolazione, proprio dal malessere può far emergere un anelito di vita nuova tutta declinata alla bellezza.

“Abbiamo una concezione strana delle contaminazioni, che non sono negative, ma positive proprio attraverso le storie, persone, parole, relazioni. Ed il TED di quest’anno mette al centro l’uomo e queste persone contamineranno non solo chi le ascolterà, ma anche  loro stessi, perché i protagonisti sono talmente l’uno diverso dall’altro, ma secondo me, hanno una grande capacità di lasciare un segno in questa città e porteranno con sé qualcosa di Taranto, perché quando sono stati invitati, sono stati piacevolmente colpiti.” Questo il pensiero del direttore artistico Fabio Salvatore .

Non c’è una chicca particolarmente attraente, ma secondo il direttore artistico il bello è proprio il come è fatto il TED e le sue storie: “le più diverse, le più disparate, dal prete di strada al grande cantautore musicale, che è Brunori ed ancora un grande fisico, sono undici pazzesche storie che servono a pensare a questa città a 360° e a guardarla con amore, con emozione, con interesse, con la meraviglia, la voglia di scoprire che possono contaminare noi e noi possiamo contaminare gli altri, quindi sarà una contaminazione a catena.”

Vogliamo trasmettere con gli ospiti di quest’anno iniezioni di positività, sensibilizzare il territorio verso idee positive, parlando di diritti e concentrandosi su alte professionalità di spicco.” Commenta Silvio Busico, direttore generale di Programma Sviluppo, che organizzato l’evento. Mentre Vittorio Dell’Anna, licenziatario di TED Taranto aggiunge che è un “augurio per la città, in modo tale che il TED sia spunto di riflessione e possibilità di riscatto, come è già successo lo scorso anno, connettendo realtà ed imprenditori.” E si riferisce ad una strat up che si occupa di innovazione e riqualificazione urbana.

L’età media dei partecipanti all’edizione dello scorso anno si attestava sui quarantacinque anni, ma non sono mancati gli studenti, che anche quest’anno in quelle quattro ore potranno accedere al teatro Orfeo, il 30 novembre, con vari tagli di biglietto a catturare le emozioni di chi cerca, crea e non demorde.

Questi gli ospiti:

Don Patrizio Coppola detto Padre Joystick nasce ad Avellino. Laureato in teologia e giurisprudenza. Cappellano ospedaliero. Dopo l’ordinazione sacerdotale entra nel mondo della TV: è responsabile di « Tele Diocesi Salerno» che piccola realtà locale diventa un’emittente all’avanguardia grazie alle sue scelte editoriali coraggiose che affiancano la preghiera e lo sport. A Roma è padre Spirituale e responsabile della scuola di cinema Nuct. Successivamente si sposta ad Alicante in Spagna dove è consulente di «Ciudad de la Luz». Quando torna in Italia si appassiona ai cartoni animati e videogiochi e realizza il festival del multimediale «Playmont». La passione per i videogiochi cresce e don Patrizio comprende che il futuro «è un gioco da ragazzi»: da un’analisi approfondita nasce così un piano di studi per formare professionisti nel mondo dell’intrattenimento videoludico. Nel 2013 crea lo «IUDAV», Istituto Universitario di Animazione e Videogioco che insieme al «Valletta Higher Education Institute» istituisce la prima Laurea a livello europeo in arti digitali con specializzazione in videogioco e animazione. L’idea di «Padre Joystick», come lo ribattezza il settimanale Panorama, diventa fucina per molte società del settore. Don Patrizio, oggi, è anche opinionista di trasmissioni come Quarto Grado, Mattino Cinque e di «Giallo della settimana» su Tgcom24.

Don Antonio Coluccia, invece, è un giovane sacerdote salentino che da tempo vive sotto scorta a causa delle minacce ricevute per il suo impegno: ha trasformato la villa di un boss della Banda della Magliana in un centro che accoglie padri separati, ex tossicodipendenti, poveri, pluripregiudicati. “La Luce – ha confidato qualche tempo fa al periodico Credere edito da San Poalo – li renderà liberi, gli dico. Fanno Cristo-terapia, solo così trovano la forza per pensare al futuro». È cresciuto nella provincia leccese. Un giovane come tanti: «avevo una fidanzata, un contratto a tempo indeterminato in un calzaturificio di Tricase e un ruolo nel sindacato interno». La sua vita è cambiata dopo un viaggio. «Coltivavo la passione per la mia moto e il volontariato. A un certo punto ho aperto un’associazione per portare aiuti in Bosnia e Albania. Sono partito con viveri per quella gente e sono tornato con tanto altro. Ho conosciuto un missionario e credo che tutti noi abbiamo bisogno di un incontro vero, perché io lì ho scoperto la chiamata
dentro di me. Avevo 21 anni, i miei genitori non avrebbero voluto, ma ho lasciato tutto”.

Continua quindi a crescere l’elenco degli speaker del TEDxTaranto 2018: i due sacerdoti si aggiungo infatti ai nomi di Brunori Sas, esponente simbolo della nuova scena musicale italiana e speaker d’eccezione, Chris Torch, fondatore e direttore artistico di «Intercult» nonché protagonista delle nomine a Capitale Europea della Cultura di Matera (2019) e Rijeka (2020) e Pietro Schirano eccellenza della terra ionica per essere stato per anni accanto a Mark Zuckerberg come designer di Facebook e ora come designer di Flying Car, l’ambizioso nuovo progetto di Uber sulle macchine volanti.

Tutte le informazioni sull’edizione 2018 di TEDxTaranto sono disponibili sul sito www.tedxtaranto.it. I ticket d’ingresso sono acquistabili online all’indirizzo www.tedxtaranto.it/prevendite . Chi intendesse acquistare il proprio ingresso in una ricevitoria, può invece consultare l’elenco dei punti vendita Vivaticket sull’intero
territorio nazionale sulla pagina web www.tedxtaranto.it/punti-vend

 

Laureata in Lettere Moderne. Giornalista. Ha partecipato al Corso di Giornalismo dell'Ordine dei Giornalisti di Puglia. 2 figli. Ha lavorato per alcune emittenti televisive locali: Videolevante, Studio 100, Telerama, Jotv, Tele.5 (in qualità di direttore). Ha collaborato con Taranto Sera, Voce del Popolo, Paese Nuovo (allegato de L'Unità), Pigreco, Tarantoggi, Primaveraradio (circuito Popolare Network), Magazine (in qualità di direttore), Edili, Radiocittadella. Ha curato numerosi uffici stampa, tra cui il Comune di Lizzano e l'Associazione Musicale della Magna Grecia, Magna Grecia... il Premio (Provincia di Taranto), Crest, VIALIBERA. Ha condotti programmi televisivi e radiofonici.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)