Zes ionica, l’associazione ‘Taranto-Basilicata’ avanza le sue proposte

 

La neonata associazione "Zes lucana Taranto-Basilicata" intende legare il porto di Taranto al retroporto della Basilicata
pubblicato il 08 Novembre 2018, 15:07
55 secs

Semplificazione della governance, con rimozione di organismi di controllo non previsti dalle norme di settore, omogeneizzazione del piano di sviluppo strategico, individuazione delle priorità in tema di trasporti e logistica, azioni dei Comuni nella promozione dei vantaggi a favore delle imprese: sono alcune delle sollecitazioni e delle proposte che la neonata associazione “Zes lucana Taranto-Basilicata” intende portare avanti per attivare la Zona economica speciale che lega il porto di Taranto al retroporto della Basilicata. (ANSA).

Alla conferenza stampa di quest’oggi a Matera era inoltre presente l’onorevole ionico della passata Legislatura, Ludovico Vico (Pd), che da tempo insiste sulla necessità di istituire una Zes interregionale che si estenda anche all’arco ionico lucano.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)