Discarica di Grottaglie, Mazzarano (Pd): “Anche la Regione si costituisce in giudizio”

 

Anche la Regione Puglia si costituirà parte civile nel giudizio promosso dal Comune di Grottaglie avverso gli atti della Provincia di Taranto sul rilascio dell'autorizzazione integrata ambientale (AIA) alla società che gestisce la discarica di Torre Caprarica
pubblicato il 31 Ottobre 2018, 15:46
27 secs

Il Presidente Michele Emiliano ha conferito mandato alla Avvocatura regionale per la costituzione nel giudizio promosso dal Comune di Grottaglie avverso gli atti della Provincia di Taranto aventi ad oggetto l’espressione della compatibilità ambientale (VIA) ed il rilascio della autorizzazione integrata ambientale (AIA) alla società che gestisce la discarica di Torre Caprarica, in sostanziale adesione alle censure mosse dallo stesso Comune”.  Lo comunica il consigliere regionale del Partito Democratico, Michele Mazzarano, a seguito della decisione di costituire in giudizio la Regione Puglia.

Nonostante i pareri negativi prodotti in questi anni dalle amministrazioni comunali, dalle associazioni ambientaliste, dall’Arpa Puglia e dalla Asl di Taranto – ha spiegato Mazzarano – la Provincia ha confermato l’autorizzazione dell’ampliamento della discarica di Grottaglie con determina dirigenziale, conferendo la compatibilità ambientale e paesaggistica per la modifica del terzo lotto e l’ottimizzazione orografica dei profili attualmente autorizzati”. 
“Una decisione che è apparsa incomprensibile – ha concluso Mazzarano – tanto è vero che il Comune di Grottaglie per primo ha fatto ricorso all’azione giudiziaria avverso gli atti della Provincia”.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)