Collaborazione Comune-‘Paisiello’: esami a Palazzo Pantaleo e vendita dipinti per borse di studio

 

pubblicato il 25 Ottobre 2018, 10:32
2 mins

Continua la collaborazione tra il Comune di Taranto e l’Istituto Musicale ‘Paisiello’, ritenuto a giusta ragione un’eccellenza nel campo della formazione artistica presente sul territorio. Dopo le 50 magliette che furono donate dall’Amministrazione comunale ai ragazzi della ‘Paisiello Street Band’, grazie alle quali, per la prima volta nella storia dell’Istituto, il logo del Comune e quello del ‘Paisiello’ sono stati l’uno accanto all’altro, due nuove iniziative sono previste per i prossimi giorni e finalizzate a rafforzare il rapporto tra l’ente e l’istituto musicale.

La prima in ordine di tempo rappresenta un evento storico, e sarà rappresentata dallo spostamento degli esami accademici dell’Istituto presso Palazzo Pantaleo. Oggi, giovedì 25, si svolgono gli esami di Pianoforte Vecchio Ordinamento e lunedì 29 le tesi di laurea di I livello accademico. A consegnare i diplomi e le lauree, a testimonianza del forte legame, sarà l’assessore alla cultura del Comune di Taranto Fabiano Marti. Il secondo evento, previsto per la metà di novembre, consisterà nell’allestimento, all’interno della corte del Conservatorio, di una mostra di opere pittoriche e plastiche di autori già conosciuti della Provincia di Taranto, avente lo scopo di venderle e, con i fondi ricavati, istituire borse di studio per gli allievi meritevoli del ‘Paisiello’ non in condizioni economiche per proseguire gli studi. In tale occasione, il Comune di Taranto supporterà l’organizzazione con quanto necessario alla realizzazione della mostra.

“Come già sottolineato in precedenza – ha affermato l’assessore alla cultura Fabiano Marti – l’Istituto ‘Paisiello’ è fondamentale per la crescita artistica e culturale dei giovani musicisti tarantini. L’amministrazione Melucci è molto sensibile a riguardo, dal momento che, come più volte affermato, è proprio dai ragazzi che bisogna ripartire, e questi giovani musicisti dimostrano particolare sensibilità artistica. Al di là dei facili e sterili proclami che sentiamo da anni, l’Istituto ‘Paisiello’ deve restare in vita, e su questo tutti noi lotteremo ogni giorno. I giovani musicisti devono formarsi nella nostra città, costruire qui la loro carriera artistica e diventare esempio per le generazioni che li seguiranno, e questo non può prescindere dal ‘Paisiello’”.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)