Trofeo del mare, grande successo per la 2^ edizione

 

Si chiude con un trionfo di vele, lance a remi e canoe in mar grande e mar piccolo, con entusiasmo e partecipazione della cittadinanza.
pubblicato il 15 Ottobre 2018, 16:45
5 mins

Domenica 14 ottobre si è svolta la giornata conclusiva del Trofeo del Mare – Città di Taranto 2^ Edizione. In mattinata è stato il turno dei Circoli Velici e delle ASD, competere nelle varie regate in programma, dopo che per giorni i loro Istruttori erano stati impegnati ad allenare i giovani studenti. Si sono svolte le finali del Canottaggio sedile fisso femminili e maschili nelle specialità Gozzo Nazionale (4 vogatori più timoniere)  anticipata al sabato e nella specialità lance  a remi (10 vogatori più timoniere) tra ASD locali e una di fuori regione, del Lazio l’A.S.D. Palio di Vico – Città di Ronciglione (VT); le regate veliche e la finale di Stand up Paddle.

Tutte le finali, ben visibili dalla Rotonda del Lungomare di Viale Virgilio, hanno visto la partecipazione attiva di un nutrito pubblico locale.

Nella rada del Mar Piccolo, Area Torpediniere (aperta al pubblico per l’occasione) sono state invece disputate le finali di canottaggio regionali che hanno visto molteplici categorie sfidarsi,  organizzate a cura della F.I.C. e tutte valide per la classifica nazionale.

Ad unire idealmente e fisicamente i due Mari, Grande e Piccolo, teatri delle finali il canale navigabile testimone delle spettacolari esibizioni dei tre Flyboard  (ASD Flyboard 2 Mari – ASD HYDROFLY Salento – ASD Taranto Flyboard) che hanno attraversato lo stesso quasi librandosi sulla superficie del mare sventolando le bandiere distintive degli Enti/Istituzioni organizzatori del trofeo del mare: Marina Militare, Comune di Taranto e CONI.

Di seguito i vincitori delle finali in palio tra le ASD e i Circoli Velici:

Canottaggio sedile fisso sotto l’egida della FICSF:

  • Gozzo Naz.le (4+1) Femm.: Lega Navale Italiana Ta (1°), Taras (2°), Palio di Taranto (3°);
  • Gozzo Naz.le (4+1) Masch.: Lega Navale Italiana Ta (1°), Palio di Taranto (2°), Taras (3°);
  • Lance a remi (10+1) Femm.: Palio di Taranto (1°), Lega Navale Ta (2°), Lega Navale Molfetta (3°);
  • Lance a remi (10+1) Masch.: Marina Militare (1°), Palio di Taranto (2°), Palio di Vico (3°).

Stand up Paddle per atleti FICK:

  • Femminile: Metta Laura (1°), Binetti Maura (2°), Laico Stefania (3°);
  • Maschile: Tagarelli Mario (1°), Barbera Alessio (2°), Livornese Mattia (3°);
  • Juniores: Sabato Serse (1°); Calò (2°); Lubrano Mattia (3°).

Per i risultati della Regata Velica  sotto l’egida della FIV si rimanda al sito web della Marina Militare: www.marina.difesa.it

Per i risultati di canottaggio si rimanda al sito web della F.I.C.

“Il Trofeo del Mare – Città di Taranto, giunto quest’anno alla sua 2^ Edizione, è riuscito a superare ogni aspettativa, presentandosi in una veste accattivante e ricca di contenuti ed eventi, riscuotendo apprezzamento da parte dei partecipanti e della cittadinanza. Le ragioni del successo sono rappresentate dal coinvolgimento della Città dei Due mari e delle istituzioni in una perfetta sintesi tra Taranto e la Marina Militare, promotrice di questo evento sportivo e che dal mare ricerca l’entusiasmo e nuovi interessi nei suoi giovani. Ha coinvolto soprattutto gli  studenti che si sono avvicinati al mare impegnandosi nelle diverse discipline velico-marinaresche e confrontandosi in equipaggio, insegnando loro i principi etici ed i valori che quotidianamente animano la Marina Militare e hanno imparato a veleggiare, vogare, e ad andare per mare con puro spirito sportivo e di solidarietà, affrontando gli elementi naturali”, come dichiarato dal Comandante Marittimo Sud, Ammiraglio di Divisione Salvatore Vitiello.

In una serena notte stellata il Video Mapping continua a proiettare sulla facciata del Castello Aragonese le immagini artistiche legate al mare, quasi a voler rappresentare i titoli di coda di questa Seconda Edizione del Trofeo del Mare – Città di Taranto ormai giunta al termine. Tra nuove amicizie e medaglie scintillanti, i giovani protagonisti tornano a casa, mentre il Monumento ai Marinai sembra porgere il suo saluto. Forse questa esperienza è riuscita davvero ad avvicinare gli studenti al mare e alle sue secolari tradizioni, facendo scoccare in loro la scintilla per questa “professione antica dal cuore moderno”. Qualcuno potrebbe voler proseguire questa splendida avventura, arruolandosi nella grande famiglia della Marina Militare. In questo caso il saluto del Monumento è solo un arrivederci a presto. “Buon Vento, ragazzi!”.

 

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)