Rigenerazione urbana quartiere Tamburi, anticipati 1,5milioni per accelerare l’iter

 

L'assessore ai Lavori Pubblici, Motolese: «Si tratta di somme a titolo di anticipo che coprono quasi metà dell’investimento previsto (pari a circa 4 milioni di euro), primo stralcio del programma che punta a ridisegnare il profilo del quartiere»
pubblicato il 22 Settembre 2018, 15:37
3 mins

L’Amministrazione comunale anticipa 1,5milioni di euro per accelerare i lavori di risanamento e rigenerazione urbana del quartiere Tamburi. «Dopo l’avviso relativo all’affidamento dei servizi di progettazione per foresta urbana nord e rimboschimento delle colline ecologiche, arrivano 1,5 milioni di euro per la realizzazione dell’interno intervento». È questo l’incipit della nota stampa di Palazzo di Città con la quale si esplicita la volontà dell’Amministrazione comunale di procedere speditamente con l’affidamento dei lavori inerenti alla realizzazione della foresta urbana ed il rimboschimento delle cosiddette “colline ecologiche”, ovvero le colline artificiali a ridosso dell’insediamento urbano del quartiere Tamburi, poste come cuscinetto fra l’Ilva e le abitazioni. Come ricorderete, il primo nucleo della foresta urbana è stato già inaugurato  lo scorso mese di aprile.

È dello scorso mese di agosto, invece, la pubblicazione dell’avviso relativo ai servizi di progettazione della foresta urbana che sorgerà al rione Tamburi fra via Lisippo ed il cimitero di San Brunone. Il termine per presentare manifestazioni di interesse, da parte di ingegneri ed architetti, è scaduto, come previsto nel testo dell’avviso, lo scorso 7 settembre 2018.

Relativamente all’anticipo di risorse da parte dell’Amministrazione comunale, la nota di Palazzo di Città precisa quanto segue: «Si tratta di somme a titolo di anticipo  che coprono quasi metà dell’investimento previsto (pari a circa 4 milioni di euro), primo stralcio del programma che punta a ridisegnare il profilo del quartiere» nell’alveo degli interventi contenuti nel progetto coordinato per il risanamento del quartiere Tamburi.

Il suddetto progetto, la cui origine è ormai decennale, è stato recentemente rimodulato a seguito del nuovo protocollo d’intesa per l’attuazione di interventi coordinati per la rigenerazione urbana del quartiere Tamburi – Piano di Interventi Primo Stralcio, siglato a Bari lo scorso 11 giugno 2018, nella sede della Regione Puglia, dal Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, e dall’assessore regionale alla Pianificazione Territoriale, Alfonso Pisicchio (leggi qui). Il predetto finanziamento rientra nell’ambito del programma degli interventi previsto dal Contratto istituzionale di sviluppo (Cis) Taranto.

«La disponibilità di queste risorse – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Motolese ci consente di accelerare ulteriormente l’iter del progetto. Avevamo temuto, infatti, che anche questo progetto potesse patire i tagli trasversali di un governo che, per esempio, parla di degrado sociale e poi cancella le risorse per la rigenerazione delle periferie», conclude l’assessore in polemica con l’esecutivo nazionale che ha deciso di tagliare e dilazionare, nell’arco dei prossimi tre anni, i finanziamenti precedentemente stanziati con il bando “Periferie”.

Condividi:
Share
"Nothing is real and nothing to get hung"...

Commenta

  • (non verrà pubblicata)