Cimitero Leonida, il progetto in Commissione

 

Si tratta di un intervento di 14,4 milioni di euro, a totale carico del concessionario che sarà individuato con la formula del project financing
pubblicato il 15 Settembre 2018, 15:34
2 mins

Nuovo cimitero Leonida di Taranto, il progetto di fattibilità, approvato recentemente dalla Giunta comunale, approda in Commissione Assetto del Territorio prima della sua discussione in Consiglio comunale. Si tratta della procedura ristretta, realizzata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per l’affidamento, in regime di project financing (ai sensi dell’art. 183 del D.Lgs. 50/2016), della concessione per la progettazione e costruzione del cimitero comunale “Parco cimiteriale Leonida di Taranto” nonché della sua gestione funzionale  ed economica con risorse a carico del concessionario. La concessione avrà durata di 33 anni a decorrere dalla stipula della convenzione disciplinante i rapporti tra concessionario e concedente, secondo quanto stabilito dalla Determina dirigenziale n. 323 del 10 luglio 2017 della Direzione Lavori Pubblici.

«Dopo l’approvazione in Giunta del progetto di fattibilità e del quadro economico, a palazzo Latagliata la Commissione Assetto del Territorio è entrata nel merito del progetto – si legge nella nota stampa di Palazzo di Città –  che poi sarà presentato in Consiglio Comunale.  Si tratta di un intervento di 14,4 milioni di euro, a totale carico del concessionario che sarà individuato successivamente con la formula del project financing».

«In questo modo – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Motolese – offriamo una risposta concreta alle aspettative dei cittadini del quartiere».

Sulla questione si è inoltre espresso il presidente della Commissione “Assetto del Territorio”, Vincenzo Di Gregorio, il quale ha affermato che «il completamento del cimitero è un intervento particolarmente sentito dalla popolazione. Lo confermano le numerose richieste di concessione di loculi, cappelle e tombe sociali che, crediamo molto presto, potranno essere soddisfatte».

Secondo il vicepresidente della commissione, Dante Capriulo, «finalmente si avvia a soluzione un problema primario che riguarda il secondo cimitero della città dove, per diverse vicissitudini, da tempo è difficile dare una degna sepoltura alle persone care. Inoltre, per noi rappresenta uno dei principali impegni assunti in campagna elettorale con i cittadini».

"Nothing is real and nothing to get hung"...

Commenta

  • (non verrà pubblicata)