A Taranto il primo raduno delle Terre Cataldiane

 

pubblicato il 28 Agosto 2018, 17:27
4 mins

Parte dalla città vecchia, dalla Basilica Cattedrale di san Cataldo la valorizzazione del territorio che tiene insieme fede, arte e tradizione.  Si tratta del primo raduno delle parrocchie, dei santuari, delle chiese, delle confraternite, delle città, dei paesi e delle frazioni unite dal patrocinio del nostro Santo.

Come un seme fecondo, Cataldo, vescovo irlandese, piantato nel suolo tarantino, ha illuminato con la sua testimonianza e i prodigi avvenuti per la sua intercessione, tantissimi luoghi dell’Italia e del Mondo. Il progetto Terre Cataldiane vuole raccordare tutti i luoghi interessati alla devozione a San Cataldo in una rete di fraternità che oltre a tenere i contatti organizza alcune iniziative come la Banca dati della devozione e della storia cataldiana.

L’occasione sarà utile per presentare ai partecipanti con i quali condividiamo la comune devozione a San Cataldo la città di Taranto e le sue peculiarità. Con il patrocinio del Comune di Taranto, della Marina Militare della Confcommercio, sono state organizzate visite guidate al Mudi, alla cattedrale alla città vecchia e grazie alla motonave Calajunco l’escursione dei Due Mari, nonché l’offerta di due pranzi a cura delle missionarie del Sacro Costato, che da anni operano nella formazione professionale in ambito della ristorazione. Infatti due docenti chef della suola Cifir, Teresa D’Oria e Massimo Vaglio, hanno composto un menu base di prodotti tipici del territorio tarantino. Le delegazioni presenti al raduno provengono da Bari, Corato, Pattano (Salerno), Cariati (Cosenza), Brienza (Potenza), Roccaromana (Caserta), Supino (Frosinone), San Cataldo (Caltanissetta).

Il programma degli appuntamenti
Sabato 1 settembre 2018

10.00     Accoglienza della delegazioni nella Piazza d’Armi del Castello Aragonese

(Piazza Castello)

10.30     Saluti istituzionali

S.E.R. Monsignor Filippo Santoro, Arcivescovo Metropolita di Taranto

Dottor Rinaldo Melucci, Sindaco di Taranto

Ammiraglio Salvatore Vitiello Comandante del Comando Marittimo Sud M. M.

Breve presentazione delle singole delegazioni  

Tavola Rotonda

San Cataldo: la sua storia nella devozione e nell’arte.

Presentazione del progetto Banca Dati di San Cataldo

Relatori:                Don Francesco Simone

direttore dell’ufficio diocesano per i beni culturali

Prof. Vittorio De Marco

Ordinario di storia contemporanea all’Università del Salento

12.30     Transfer per il Centro Cifir di Viale Magna Grecia. Pranzo

È la sede di formazione professionale per la specializzazione in ristorazione e pasticceria in tutti suoi ambiti. È un’opera delle Suore Missionarie del Sacro Costato.

Teresa D’Oria e Massimo Vaglio, docenti chef, prepareranno una degustazione ispirata alla più antica tradizione Pugliese.    

15.30     Trasferimento a alla discesa per imbarco su una motonave Calajunco

per mini crociera nei Due Mari di Cataldo

17.00     Sbarco e tempo libero

18.30     Raduno nell’atrio di Palazzo di Città (piazza Castello)

Pellegrinaggio alla Cattedrale di Taranto

La confraternita di San Cataldo precederà il corteo con i gonfaloni delle delegazioni e quello della Città di Taranto. Accompagnerà la grande orchestra di fiati Santi Cecilia

19.00     Vespri Solenni presieduti da Monsignor Emanuele Tagliente,

Arcidiacono del Capitolo Metropolitano.

Venerazione delle reliquie e del simulacro del Santo Patrono

Serata Libera

Domenica 2 Settembre

08.45     Visita al Museo Diocesano (Vico Seminario 1)

10.30     Santa Messa in Cattedrale presieduta da Mons. Alessandro Greco,

Vicario generale dell’Arcidiocesi di Taranto

Visita guidata nel Duomo di Taranto, la Cattedrale più antica di Puglia

12.40     Transfer per il Centro Cifir di Viale Magna Grecia per il pranzo

15.30     Partenze

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)