La maggioranza risponde al Gruppo Indipendente

 

"Revoca degli incarichi principio di linearità e trasparenza"
pubblicato il 27 Agosto 2018, 16:28
3 mins

I gruppi consigliari di maggioranza PD, PER Taranto, Mutavento, Taranto Bene Comune, Taranto Futuro Prossimo, PSI, Centristi e la consigliera del Gruppo Misto di maggioranza (Gina Lupo), rispondono, con una nota stampa congiunta, alle dichiarazioni dei consiglieri comunali del Gruppo Indipendente per Taranto in relazione alle dimissioni dalle cariche di presidente delle Commissioni Ambiente e  Affari Generali da parte di Cataldo Fuggetti e Federica Simili. Questi ultimi hanno infatti solidarizzato con il loro capogruppo, Floriana de Genanro, a seguito della sua revoca dalla carica di presidente della Commissione Attività Produttive (leggi qui).

«Le complessità e la difficoltà del governo della città di Taranto – scrivono i capigruppo di maggioranza – impongono il massimo di compattezza, responsabilità e solidarietà tra le forze che si riconoscono nella maggioranza a sostegno del sindaco Rinaldo Melucci. Nonostante gli sforzi fatti per superare alcune divergenze abbiamo preso atto, con rammarico, del comportamento assunto dal gruppo consiliare denominato “Indipendente per Taranto”- composto da 5 consiglieri – che negli ultimi consigli comunali, tra cui quello di approvazione del rendiconto di bilancio e di altre importanti delibere, ha tenuto posizioni di fatto incompatibili con l’essere maggioranza di governo», aggiungono successivamente.

«In particolare sul fondamentale atto di approvazione costituito dal rendiconto dell’anno 2017, che se non approvato avrebbe determinato lo scioglimento del consiglio comunale, – proseguono in riferimento al comportamento del Gruppo Indipendente per Taranto in Consiglio comunale – ha dapprima cercato di far mancare il numero legale e successivamente non ha partecipato alla votazione. Rompendo, di fatto, quel vincolo politico-amministrativo di maggioranza tra gruppi consiliari e ponendosi, nei fatti, all’opposizione dell’attuale governo della città».

«In considerazione di ciò e del fatto che 3 dei 5 consiglieri del gruppo in questione presiedono o presiedevano tre importanti commissioni consiliari, – proseguono – preposte all’istruttoria ed all’espressione di fondamentali pareri sulle delibere consiliari, che per notorio, costante comportamento e comprensibili ragioni sono, da sempre, espressione dei gruppi di maggioranza, da tempo avevamo ritenuto che tale nuovo posizionamento politico- amministrativo in seno al consiglio fosse incompatibile con la guida delle suddette commissioni».

Quanto alla revoca, da parte della maggioranza, dell’incarico di presidente della Commissione Attività Produttive per Floriana de Gennaro, la nota precisa quanto segue: «Ci sembra questo un principio di linearità e trasparenza politica che è dovuto ai cittadini. Precisiamo che tale richiesta di lasciare la guida delle commissioni, rivolta a tutti e tre i presidenti di Commissione del gruppo “Indipendenti per Taranto”, per solo motivo burocratico ha riguardato la sola presidenza della Commissione Attività Produttive. Nel prossimo Consiglio analoga proposta avremmo depositato per le commissioni Ambiente ed Affari Generali».

«Prendiamo atto delle dimissioni presentate dai due presidenti anzi citati che si pone come chiarimento delle posizioni politiche del gruppo e dei singoli consiglieri», conclude la nota dei gruppi di maggioranza.

.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)