Valorizzazione patrimonio comunale, Ance e Comune di Taranto siglano accordo

 

pubblicato il 09 agosto 2018, 15:22
2 mins

 Il presidente dell’associazione datoriale Paolo Campagna e il sindaco Rinaldo Melucci si sono ritrovati intorno a un’esigenza avvertita da entrambe le realtà: collaborare e costruire una rete che attragga idee e risorse. Con un patrimonio così vasto, potenzialmente in crescita e tutto da riqualificare, infatti, anche le forze apparentemente consistenti di un comune possono essere insufficienti.
L’intuizione, quindi, è “sfruttarsi” a vicenda per attivare percorsi di positiva condivisione. Con il federalismo demaniale, ma anche con tutte le procedure di acquisizione derivanti da confische e sequestri, il comune si ritrova enormi proprietà immobiliari, di difficile gestione. «Abbiamo pensato che rivolgersi a chi ha le dovute competenze – le parole del sindaco Melucci – fosse il modo migliore per dare corpo a quel principio di sussidiarietà troppe volte solo enunciato. ANCE ha professionisti e aziende in grado di supportare l’ente civico nelle attività di sviluppo progettuale, nell’elaborazione di interventi che promuovano partnership pubblico/privato, un know how importante e tutto locale che non potevamo ignorare».

«È cosa nota, ormai – ha aggiunto Melucci – che il comune ha avviato una frenetica attività di progettazione che guarda ovunque, in termini di localizzazione degli interventi e recupero di risorse. Nonostante le valide professionalità di cui siamo dotati, però, un aiuto è sempre benvenuto anche per farcire di idee nuove i nostri progetti. Qui entra in gioco ANCE, dal quale ci aspettiamo tutta la collaborazione che potrà offrirci».

Il protocollo d’intesa avrà durata di un anno, prorogabile con il consenso di entrambe le parti. Entro 30 giorni dalla sottoscrizione sarà creato un gruppo di lavoro incaricato di individuare i fabbisogni dell’ente, di definire le specifiche modalità operative di attuazione della collaborazione e di monitorarne periodicamente gli andamenti.

Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)