Taranto, diffuse foto “private” e si scatena la lite: denunciato un giovane aggressore

 

pubblicato il 08 Agosto 2018, 13:21
2 mins

La Sezione Volanti di Taranto ha denunciato in stato di libertà un 29enne residente a Taranto resosi responsabile del reato di lesioni aggravate. Verso la mezzanotte di ieri due equipaggi delle Volanti sono intervenuti in Corso Piemonte, dove è stata segnalata un violenta lite in atto.

I poliziotti hanno immediatamente individuato un giovane con la maglia sporca di sangue e sul posto c’erano, inoltre, altre persone, tra cui il padre del ragazzo ferito, un 31enne di Taranto, colui il quale si sarebbe poi rivelato essere l’aggressore e la sua fidanzata.

La diffusione di foto “private” dell’attuale compagna dell’aggressore sarebbe all’origine della lite, motivo per il quale la ragazza ha già sporto querela.

Nati dei sospetti su quella che sarebbe potuta essere la fonte di questa illecita “diffusione”, il fidanzato della ragazza si è attivato per ottenere un incontro chiarificatore col coetaneo col quale, quest’ultima, aveva in passato intrecciato una relazione. All’incontro, però, i due non erano soli, perchè – in base alle testimonianze raccolte – c’era una terza persona armata di bottiglia di vetro e il padre di chi, poi, avrebbe avuto la peggio. Avendo previsto la possibilità che la “chiarificazione” mutasse in un agguato, l’aggressore – sempre in base al suo racconto – aveva avuto premura di portare con sé un manganello col quale ha percosso il suo avversario ferendolo all’orecchio.

Nel frattempo, intervenuto sul posto il personale sanitario, il ferito è stato condotto in ospedale dove gli è stata suturata la ferita e giudicato guaribile in 12 giorni. Per questi motivi, il giovane aggressore è stato denunciato in stato di libertà per lesioni aggravate.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)