Lieto evento in Villa Peripato: nati cinque pavoni

 

pubblicato il 21 Giugno 2018, 17:10
2 mins

Ogni tanto una notizia buona! Ieri, mercoledì, si è festeggiato il lieto evento in Villa Peripato della nascita di cinque pavoni, venuti alla luce nel loro spazio protetto alle spalle della rotonda. La notizia dell’approssimarsi dello schiudersi delle uova è stata tenuta nel più totale riserbo per evitarne il furto, così come avvenuto tempo addietro per quelle dei cigni. Ora si pone il problema di come permetterne la migliore crescita, non escludendo spazi più ampi. Per questo l’assessore all’ambiente Francesca Viggiano incaricherà la Lipu (Lega italiana protezione uccelli) e la vigilanza ambientale dei carabinieri per una valutazione della situazione e per un progetto per gli animali che vivono in questo spazio della Peripato. “Già il fatto che si siano riprodotti in stato di cattività – dice l’assessore – è segno delle buone condizioni in cui vivono i pavoni. Ma non per questo ci disinteresseremo del futuro di queste simpatiche attrattive dei nostri giardini pubblici”. A evitare inconvenienti di ogni genere, lo spazio dei variopinti uccelli viene continuamente presidiato.
Gli organismi incaricati da Francesca Viggiano monitoreranno, per eventuali interventi migliorativi, anche la situazione dei cigni e delle papere che vivono nel laghetto, quest’ultimo oggetto ogni settimana di pulizia approfondita con ricambio totale dell’acqua (un cartello indica le date di tali operazioni). “Per il momento non abbiamo intenzione di acquistare altri palmipedi, ma sempliceente lasceremo fare alla natura”, dice l’assessore.
Intanto oggi, giovedì, si apriranno le buste per l’affidamento del servizio bar in struttura provvisoria, che molto probabilmente sarà allocato sulla rotonda; presto inoltre, riferisce la Viggiano, partirà il bando per la gestione del chiosco “La Pagoda”, dato che l’assegnazione nella precedente gara, come già da noi riportato, è stata annullata per carenza nei requisiti richiesti dell’impresa vincitrice.
Infine è stata approntato il progetto per la separazione, nello stesso chiosco-bar, dei servizi igienici, così da renderli al più presto usufruibili da quanti frequentano i giardini pubblici.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)