Istituto Paisiello, prorogata la mobilità dalla Provincia ad ottobre 2018

 

pubblicato il 21 Maggio 2018, 20:44
2 mins

Dopo il decreto del Presidente della Provincia Martino Tamburrano ( il n.43 del 27/04/2018) il quale formulava i seguenti indirizzi in merito alla procedura di collocamento in disponibilità del personale docente dell’Istituto Paisiello: prorogare il comando dei 45 docenti presso l’Istituto Musicale Paisiello fino al 31/10/2018 al fine di consentire le attività didattiche fino al termine dell’anno accademico, di sospendere fino al 31/10/2018 la procedura di mobilità del personale docente e  di dare atto che questa Provincia si riserva di dare tempestivamente esecuzione alla già definita procedura di cui all’art.33 del D.Lgs 165/2001 qualora il Presidente dell’Istituto Musicale Paisiello comunichi l’impossibilità di prosecuzione dell’attività didattica, è arrivato il provvedimento del direttore del settore Economico Finanziario e Personale, il dott. Roberto Carucci.

Che dopo aver preso atto dell’impossibilità della Provincia di sostenere i costi del personale docente di ruolo in comando al Paisiello e l’incompetenza in materia di formazione musicale in quanto non funzione fondamentale ai sensi della L 56/2014 di riforma delle Provincie, ha decretato  di prendere atto del decreto del Presidente della Provincia, decidendo di sospendere la procedura di mobilità del personale docente di ruolo ex art 33 del D.lgs. 165/2000 fino al 31/10/2018 e di prorogare il trasferimento in comando, a far data dal 01/05/2018 e fino al 31/10/2018, presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Paisiello” di Taranto. Inoltre viene precisato che la sospensione della procedura non modifica la condizione di sovrannumero del personale docente dell’Istituto Musicale “G. Paisiello”, così individuato nominativamente nel Decreto del Presidente n. 72 del 30/07/2015; viene confermato che a seguito del comando predetto il Paisiello continuerà a curare direttamente la gestione amministrativa e la gestione finanziaria del personale docente di ruolo con i fondi presenti nella sua disponibilità di bilancio; ed evidenziato infine che la Provincia si riserva di dare tempestivamente esecuzione alla già definita procedura di cui all’art.33 del D.Lgs 165/2001 qualora il Presidente dell’Istituto Musicale Paisiello comunichi l’impossibilità di prosecuzione dell’attività didattica.

(leggi tutti gli articoli sul Paisiello https://www.corriereditaranto.it/?s=paisiello)

Condividi:
Gianmario Leone, nato a Taranto il 2/1/1981, laureato in Filosofia, docente di Storia e Filosofia, per 8 anni opinionista del quotidiano "TarantoOggi" nel settore, ambiente, politica, economia, cultura e sport, collaboratore e referente per la Puglia dal 2012 de "Il Manifesto" e del sito "Siderweb", collaboratore dal 2011 al 2015 del sito di informazione ambientale www.inchiostroverde.it. Ha collaborato nel corso degli anni anche con altre testate on line o periodici cartacei come 'Nota Bene' e 'LiberaMente' ed è un'opinionista di "Radio Onda Rossa" e "Radio Onda d'urto". Collabora con Radio Popolare Salento. Dal 2008 al 2012 ha lavorato per l'agenzia di stampa "Italiamedia". Ha contribuito alla realizzazione del lungometraggio 'Buongiorno Taranto' e al docufilm 'The italian dust'. Nel dicembre 2011 ha ottenuto il “Riconoscimento S.o.s. Taranto Chiama”, "per il suo impegno giornaliero d’indagine e approfondimento sui temi ambientali che riguardano la città". Nel febbraio del 2014 invece ha ottenuto il premio dei lettori nel "Premio Michele Frascaro, dedicato al giornalismo d’inchiesta", indetto dalle Manifatture Knos e patrocinato dall’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti , attribuito in base al voto on line, per la sua inchiesta sul progetto “Tempa Rossa” (Eni), che racchiudeva gli articoli scritti tra il 2011 e il 2012.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)