TAP, sequestrata un’area del cantiere dopo esposto dei parlamentari M5S

 

pubblicato il 27 Aprile 2018, 21:15
54 secs

M5S Puglia: “Mentre Emiliano dorme noi unico scudo del territorio”

Il M5S Puglia interviene sulla notizia di sequestro di un’area del cantiere Tap a Melendugno (Le). Il sequestro giunge a seguito dell’esposto presentato dai parlamentari pugliesi del Movimento 5 Stelle. “Il Movimento 5 Stelle a tutti i livelli si conferma l’unica forza politica che da sempre lotta insieme ai cittadini per difendere il nostro territorio da TAP – si legge in una nota del M5S Puglia -. Dopo le numerose denunce, manifestazioni e interventi dentro e fuori dalle istituzioni di questi anni, oggi, grazie al lavoro dei nostri parlamentari pugliesi Diego De Lorenzis, Daniela Donno e Leonardo Donno che lunedì scorso hanno effettuato un sopralluogo sul cantiere riscontrando diverse possibili criticità perentoriamente segnalate con un esposto alla magistratura, siamo riusciti a segnare una nuova battuta d’arresto per i lavori del gasdotto.
Una vicenda che la dice su quanto si sarebbe potuto fare e non si è fatto in tutti questi anni, per incapacità o per mancanza di una reale volontà di intervenire da parte del Presidente Emiliano che non perde occasione per ricordare nei salotti televisivi il suo passato da magistrato e da profondo conoscitore della giurisprudenza; tuttavia è servito ancora una volta l’intervento del Movimento 5 Stelle – conclude la nota – per ottenere un serio e importante risultato nella battaglia per la tutela della nostra terra”.
Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)