“Shurhùq”, il libro di Enzo Ferrari presentato nella Lega Navale

 

pubblicato il 15 marzo 2018, 07:46
31 secs

Si sarebbe potuta chiamare “Fotografie urbane” la raccolta di racconti di Enzo Ferrari, giornalista per professione e fotografo per hobby, autore di “Shurhùq”, opera prima di narrativa composta da undici brevi racconti ambientati nei quartieri suburbani della sua città natale. Undici fotografie di situazioni disparate e disperate vissute nelle periferie urbane da protagonisti che si tuffano in un “gomitolo di strade” con tanta stanchezza sulle spalle, uniti dal comune denominatore della solitudine endemica. Undici protagonisti di storie diverse ma egualmente disorientati dal fallimento dei sistemi di credenze religiose, sociali, morali, etiche che un tempo conferivano senso all’esistenza; tutti alla ricerca di “un centro di gravità permanente” che possa restituirli alla dimensione umana, smarrita a causa dell’anestesia affettiva che li pervade e li rende incapaci di relazionarsi e comunicare tra loro; tutti, allo stesso modo, vittime dell’illusione di una realtà virtuale che li ha imprigionati nella rete di un web iperconnettivo ma iposocializzante.

Il libro sarà presentato, nella sede della Lega Navale, sabato 17 marzo, alle ore 18.

Dialogherà con l’autore Miriam Putignano. Previsti reading a cura di Angela De Bellis.

Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)