Taranto vecchia, Arco Madonna del Pozzo: la vittoria della bellezza

 

pubblicato il 12 marzo 2018, 19:12
2 mins

La scommessa di Pierina Marturano con se stessa e con gli amici è vinta. È tornato a vita nuova il tunnel di Arco Madonna del Pozzo, affianco al laboratorio d’artigianato da lei recentemente inaugurato. E’ da qualche settimana che la signora è all’opera insieme al marito per risistemare il sito, tornato, pur nella sua sobrietà, a una bellezza tale che può ritrovarsi in uno dei pittoreschi centri della Valle d’Itria. In quest’opera di rinnovamento, assolutamente non strutturale, come fa notare lo storico Nello De Gregorio, risultano valorizzate anche le preesistenze murarie medievali. Quanta differenza rispetto a qualche mese fa, quando il tunnel era in paurose condizioni di abbandono, usato, oltre che orinatoio, dai tossicodipendenti per i loro riti di morte e dagli spacciatori per nascondere le dosi da vendere all’occorrenza. Il tutto è scomparso con l’apertura del laboratorio della signora Pierina, che ha dato un tocco di luce e di eleganza a questo scorcio di Città vecchia, a due passi dal duomo.

L’intervento in questi giorni sta interessando l’edicola sacra dedicata alla Madonna del Pozzo, con la pulizia del quadro, la sostituzione dei marmi e la pitturazione del cancelletto tutt’attorno. Questa rinnovata bellezza e l’animazione per l’apertura del locale finora sta tenendo alla larga le attività di spaccio e di consumo (da tempo non si rinvengono più siringhe abbandonate), oltre che ogni genere di vandalismo. E ci sono pure gli operatori dell’Amiu che ogni mattina provvedono a tener pulita la zona a colpi di ramazza.

Adesso la signora Pierina attende solo che il Comune accolga la richiesta per il ripristino dell’impianto di illuminazione, vandalizzato da quanti avevano bisogno del buio per i loschi traffici. Quando tutto sarà pronto, nel “tunnel” si potranno organizzare manifestazioni culturali (d’intesa con le associazioni del quartiere) e una scuola di disegno e di artigianato gratuita per i piccoli del quartiere. Così, da spingere la notte del degrado dell’Isola… un altro poco più in là, in attesa che il grande intervento di risanamento del Comune la faccia definitivamente scomparire.

2 Commenti a: Taranto vecchia, Arco Madonna del Pozzo: la vittoria della bellezza

  1. Pierina Marturano

    marzo 13th, 2018

    Ringrazio Angelo Diofano per il bellissimo articolo per le attenzionii costanti che rivolge alla citta vecchia. L’amore per la nostra città può spingere ognuno di noi a contribuire per la sua rinascita. Taranto ha grosse potenzialità che vanno valorizzate e potenziate. Occorre il contributo di tutti.

    Rispondi
  2. Vincenza

    aprile 7th, 2018

    Grande S. Pierina…io sono una Tarantina emigrata nelle Marche nel 1999..ma la mia Terra è sempre nel mio cuore. Tutti noi cittadini Tarantini dobbiamo seguire il suo esempio. Perché molti di noi quando vanno via da Taranto , diventano civili e rispettosi , invece nella propria città tutto ciò non avviene. Invece, cari Tarantini ..dobbiamo essere prima rispettosi e civili nella nostra terra e dopo continuare anche al trove.UN FORTE GRIDO A TUTTI VOI ..DI VALORIZZARE TARANTO VI AMO MIEI COMPAESANI . UN abbraccio grande a tutti voi , ma sopratutto alla S. Pierina Marturano.

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)