Calcio, il Taranto ancora costretto ai tre punti. E Cazzarò…

 

pubblicato il 24 Febbraio 2018, 15:03
3 mins

Reduce da otto risultati utili consecutivi, il Taranto punta ad allungare contro il Francavilla in Sinni di mister Lazic. La formazione lucana è impegnata a conquistare la salvezza matematica, pertanto la sfida si preannuncia agonisticamente molto carica.

Polemiche della vigilia

In settimana è tornato a parlare Michele Cazzarò. Il tecnico rossoblu era reduce da un silenzio stampa che durava dalla sfida pre-natalizia con il Potenza. La sconfitta rimediata in casa dalla formazione di Ragno, ricordiamo, segnò per molti la fine dei sogni di promozione diretta e segnò uno spartiacque nella stagione del Taranto, che da allora non ha più perso.

Il tecnico rossoblu ha avuto parole di fuoco nei confronti della stampa, rea, a suo dire, di essere eccessivamente “cattiva” nei confronti della squadra. Un gruppo, Cazzarò tiene a sottolinearlo, che sarebbe in testa in una ipotetica classifica del girone di ritorno. L’allenatore ha rintuzzato in particolare le accuse al reparto difensivo (anche noi avevamo spesso sottolineato le prestazioni insufficienti soprattutto dei centrali rossoblu), ricordando che nelle ultime due partite non si sono presi goal. In compenso, rammentiamo, si sono collezionati cartellini gialli…

Il ritorno ai microfoni, poi, è anche occasione per il tecnico per togliersi qualche sassolino dalla scarpa, come quando rammenta di non essere stato difeso da nessuno quando non fu riconfermato dopo il secondo posto che aprì la porta al ripescaggio.

Ad ogni modo la richiesta di Michele Cazzarò alla stampa, e a tutto l’ambiente, è semplice: quella di essere più vicini alla squadra anche in virtù di risultati che, indubbiamente, stanno arrivando. Del resto, la stagione non è ancora finita, e se parlare ancora di primo posto parrebbe quantomeno ingenuo, cionondimeno bisogna lottare per ottenere il miglior piazzamento possibile in una zona playoff che, nelle speranze dei rossoblu, potrebbe ancora aprire le porte al ritorno fra i professionisti.

Tifosi a raccolta

Anche per questo motivo la società chiama ancora a raccolta la tifoseria con prezzi agevolati per l’ingresso allo stadio. Le tariffe, ufficializzate con il consueto comunicato, sono le seguenti:

CURVA NORD: INTERO € 5,00

GRADINATA: INTERO € 5,00

TRIBUNA LATERALE: INTERO € 5,00

TRIBUNA CENTRALE: INTERO € 30,00 – RIDOTTO € 20,00

Tutti i prezzi sopra indicati si intendono al netto dei costi di prevendita, che sono così strutturati:

  • € 1,50 per i biglietti di curva e gradinata;
  • € 2,00 per i biglietti di tribuna laterale;
  • € 3,00 per i biglietti di tribuna centrale.

RIDUZIONI: under 18, over 65 e donne.

Per i disabili al 100% l’ingresso è sempre gratuito in tribuna laterale (previa consegna della documentazione all’indirizzo [email protected] e valutazione da parte della Società).

La formazione

Nel corso della conferenza stampa Michele Cazzarò ha anche affrontato argomenti di ordine più tecnico. Fra le altre cose, ha rivendicato quello che da tempo è evidente, e cioè il rifiuto dell’arma del turn-over.

Squadra che vince (o non perde) non si cambia…

Condividi:

Commenta

  • (non verrà pubblicata)