Piano ambientale Ilva, il Codacons presenta ricorso al Consiglio di Stato

 

pubblicato il 29 Gennaio 2018, 18:11
2 mins

Il Codacons ha depositato quest’oggi al Consiglio di Stato il ricorso contro il piano ambientale relativo all’Ilva, in cui si chiede ai giudici di sospendere il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 29 settembre scorso. Il ricorso è stato presentato dall’associazione e da un gruppo di cittadini residenti a Taranto “che – viene spiegato in una nota – hanno sviluppato patologie direttamente riconducibili all’inquinamento ambientale della città, e punta il dito su alcuni aspetti del piano che ledono i principi costituzionali e le più basilari norme a tutela della salute umana e dell’ambiente, con conseguenze pensatissime per la popolazione, come dimostrano i continui Wind days“.

Nell’impugnativa si sostiene che “il Dpcm ha completamente calpestato il diritto alla salute della popolazione del Comune di Taranto, sacrificandolo sull’altare delle esigenze produttive nazionali e ciò in violazione di tutte le norme che attribuiscono alla salute rango di diritto fondamentale, non rinunciabile, che rientra tra i principi supremi e tra i diritti inalienabili del nostro ordinamento“. Nel Dpcm, aggiunge l’associazione, “non vi è nessuna previsione volta a tutelare il diritto alla salute dei cittadini del Comune di Taranto, attraverso interventi repentini a attuabili concretamente sull’impianto, nonostante la situazione in cui versa la popolazione sia drammatica“. Il Codacons chiede quindi al Consiglio di Stato “di sospendere i provvedimenti impugnati anche ordinando il riesame dello stesso alla luce delle carenze denunciate, e di disporre il rinvio del Decreto alla Corte di Giustizia Europea nella parte in cui permette al gestore di postergare gli interventi per la messa in regola dell’impianto Ilva al 2023“.

(leggi tutte le notizie sull’Ilva https://www.corriereditaranto.it/?s=ilva)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)