Con Maria Solozobova cambia “Il fascino in musica”

 

pubblicato il 10 gennaio 2018, 20:59
3 mins

Sarà Maria Solozobova, talentuosa violinista russa, tra le più famose e apprezzate della sua generazione, a sostituire domani sera Anna Tifu nel concerto “Il fascino in musica”, che rientra nel cartellone di Eventi musicali dell’Orchestra Ico Magna Grecia. L’appuntamento è confermato per domani 11 gennaio, alle ore 21 al Teatro Orfeo. L’influenza di stagione non ha risparmiato la violinista cagliaritana Anna Tifu che a causa dei problemi di salute sarà costretta a dare forfait. Maria Solozobova sarà accompagnata dall’Orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Robert Austin, con musiche di Beethoven, Mendelssohn e Bizet. Un programma accattivante che non mancherà di emozionare il pubblico.

Maria Solozobova, nata a Mosca 38 anni fa, rivelò subito il suo talento vincendo, all’età di 10 anni, il primo premio nel più prestigioso concorso di musica nazionale della Russia. Una carriera che l’ha già portata nelle migliori sale da concerto del mondo, tra cui la Tonhalle di Zurigo e la Konzerthaus di Vienna. Ha collaborato con musicisti di spicco come Martha Argerich e Mischa Maisky. Ha suonato con molte orchestre tra cui la Zurich Symphony Orchestra, la Geneva Chamber Orchestra, l’Orchestre de la Suisse Romande e la Tchaikovsky Symphony Orchestra e ha vinto prestigiosi concorsi musicali internazionali. Il modo di suonare di Maria Solozobova è una combinazione avvincente di potere virtuosistico, spontaneità creativa, eleganza e intuizione musicale. Suona un violino italiano di Nicolo Gagliano (1728).

Il maestro Robert Austin, che dirigerà l’Orchestra della Magna Grecia, è stato direttore artistico della Southern Regional Opera a Birmingham, in Alabama, direttore musicale della “Cheyenne Symphony Orchestra” in Wyoming, della “East Texas Symphony Orchestra” in Texas, della “Garland Symphony Orchestra” e della Arlington Symphony”. Ha diretto opere in undici stati degli USA e l’orchestra nazionale di Ucraina, Ecuador, Guatemala, Repubblica Dominicana e Filippine, e varie orchestre in Francia, Spagna, Slovacchia, Bulgaria, Colombia, Venezuela, Brasile, Messico e Cina.

Il programma della serata:

L.van Beethoven – Egmont Overture

F. Mendelssohn-Bartholdy – Violin Concerto

G. Bizet – Symphonie en Ut majeur.

Il concerto è organizzato dall’Istituzione concertistica orchestrale Magna Grecia in convenzione con Comune di Taranto, Regione Puglia e Mibact.

Per biglietti e informazioni: a Taranto presso Orchestra della Magna Grecia, in via Tirrenia n.4 (099.7304422), in via Giovinazzi n.28 (cell. 345.8004520) o da Basile Strumenti Musicali, in via Matteotti n.4 (099.4526853).

www.orchestramagnagrecia.it

Biglietti singoli: Poltronissima 30 euro; platea centrale e prima galleria 20 euro; seconda e terza galleria 15 euro.

Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)