Droga e armi nello scaldino

 

pubblicato il 22 Dicembre 2015, 19:13
2 mins

Nello scaldino droga, armi e cartucce. E’ l’espediente studiato da Cosimo Nigro, 55enne, tarantino, scoperto però dai Falchi della Polizia di Taranto. In tutto 2,5 kg di eroina, due pistole, rispettivamente una calibro 9×21, marca Winchester, completa di caricatore contenente 15 cartucce e con matricola abrasa, e una calibro 9 corta modificata, modello 934, con matricola, completa di caricatore, contenente 7 cartucce calibro 380, e 5 involucri contenenti complessivamente 85 cartucce per le stesse armi.
Il tutto grazie all’intuito dei poliziotti che, da alcuni giorni, avevano notato in via Machiavelli, nei pressi della casa dell’uomo, diversi tossicodipendenti. A quel punto, gli agenti hanno individuato proprio nel pluripregiudicato il potenziale pusher: quindi, hanno deciso di fare irruzione. L’uomo è stato trovato in possesso di un mazzo di chiavi che apriva una porta blindata di un altro appartamento al piano terra dello stesso stabile adibito a vano lavanderia e quindi nella sua piena disponibilità. E’ stato Nigro stesso ad aprire la porta d’ingresso dell’appartamento, all’interno del quale i Falchi hanno così effettuato un’accurata perquisizione.
L’attenzione degli investigatori si è concentrata sullo scaldino presente nel bagno perchè pur presentando la spia luminosa, dai rubinetti non fuoriusciva acqua calda. I poliziotti non hanno esitato a smontare il rivestimento posto nella parte inferiore dello scaldino, consentendo così di accertare che era privo di serbatoio e che al suo posto erano stati depositati eroina e armi.
Il tutto è stato sottoposto a sequestro, mentre per Nigro si sono aperte le porte della Casa Circondariale ionica.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)