Consiglio su Ilva. E Spalluto su fb ‘sfotte’ Bonelli

 

pubblicato il 18 Dicembre 2015, 19:34
3 mins

Avremmo voluto parlarvi poco, magari solo fornire qualche notizia, ma sull’ultimo Consiglio comunale c’è una chicca che va spiegata. E non già per l’importanza di una decisione oppure di un dibattito acceso o altro ancora. Ma solo perché è l’ennesima dimostrazione di quanto alto (!) sia il profilo che risiede a Palazzo di città. Nella massima assise cittadina. Laddove, va detto, ci sono consiglieri che cercano in qualche modo di rispondere all’elettorato in modo almeno sufficiente. Ma anche colleghi che gigioneggiano spesso e volentieri, a sostegno di una maggioranza e di un sindaco che spesso, troppo spesso lasciano a desiderare. E siamo buoni, siamo a Natale…

Bene, stamattina in Consiglio tre le questioni affrontate di una certa rilevanza: la questione Ilva, l’Autorità portuale di sistema e la variante al piano regolatore per il nuovo ospedale ‘San Cataldo’.

Sulla prima, si è convenuto di calendarizzare appena possibile un Consiglio monotematico alla presenza di rappresentanti del Governo (qualcuno chiedeva Renzi), del presidente della Regione, Emiliano, parlamentari e altri esponenti istituzionali. Ovvio che c’è parecchia preoccupazione sul futuro dell’Ilva e la ‘bomba’ potrebbe esplodere se l’azienda andasse gambe all’aria (cosa non del tutto improbabile, aggiungiamo noi ormai da mesi e mesi…), con una gestione eventuale della crisi in loco, non certo a Palazzo Chigi. A buon intenditor…

Altra questione, la sede dell’Autorità portuale di sistema: tutti d’accordo perché sia Taranto. E non c’erano dubbi sugli intendimenti. Infine, è stata approvata la variante al piano regolatore per il ‘San Cataldo’, un atto dovuto se si vuole: andava fatto entro Natale, altrimenti si correva il rischio di perdere gli oltre 200 milioni di euro di finanziamenti per la sua costruzione.

Fin qui, in modo sintetico, quel che è accaduto. C’è però un effetto collaterale che vi segnaliamo. Ormai un po’ tutti giochicchiano con i social network, specie con face book: ti pare non lo facciano i nostri ‘impavidi’ consiglieri comunali? Ebbene, oggi l’ex assessore Alfredo Spalluto, ora consigliere comunale, s’è divertito con una frase – secondo lui – a effetto evidentemente per i suoi fans: “Oggi Consiglio comunale per parlare di ambiente. Bonelli assente”.

E bravo Spalluto! Ha voluto mettere alla berlina il leader dei Verdi proprio sul suo terreno. Non siamo i difensori d’ufficio o amici particolari di Bonelli, ma la battuta di Spalluto ci fa sorridere, soprattutto perché viene da un rappresentante della maggioranza che appoggia Stefàno (sindaco spesso e volentieri assente dai Consigli comunali, talvolta anche nelle sedute in cui si approvano atti di bilancio nonostante egli stesso sia titolare dell’assessorato), una maggioranza che in questi anni si è distinta per le tante assenze dai banchi del Consiglio a prescindere dagli argomenti di cui discutere. Spiritoso Spalluto, davvero divertente! Un bell’esempio di battaglia politica. Da quale pulpito…

Condividi:
Giornalista pubblicista, tarantino, 56 anni, fino al 2003 ha curato le pagine sportive del "Corriere del Giorno", seguendo principalmente il Taranto e il mondo della pallavolo. È stato corrispondente de "La Gazzetta dello Sport" fino al 2004. Ha poi diretto, sono al 2007, il mensile di cultura e spettacoli "Pigreco". Dal 2007 a luglio del 2015 è stato direttore responsabile del quotidiano "TarantoOggi".

Commenta

  • (non verrà pubblicata)