Il sindaco Stefàno assolto per porto d’armi abusivo

 

pubblicato il 16 Dicembre 2015, 20:43
5 secs

Il giudice monocratico di Taranto, Vita Lavecchia, ha assolto “perché il fatto non sussiste” il sindaco Ippazio Stefàno dall’accusa di porto d’arma da fuoco in luogo pubblico in relazione a un episodio avvenuto il 21 maggio del 2012. Il primo cittadino, in possesso di un regolare porto d’armi, fu infatti fotografato mentre brindava alla sua rielezione a primo cittadino per il centrosinistra in un comitato elettorale: dalla cintola dei pantaloni spuntava una pistola. Quella foto, pubblicata dalla stampa, alimentò polemiche. Il pm Marina Mannu aveva chiesto la condanna a un anno. Stefàno, difeso dagli avvocati Carlo e Claudio Petrone, ha sempre detto di aver portato la pistola con sè perché aveva subito numerose minacce e, nei giorni precedenti, era stato pedinato e accerchiato da alcune persone sotto la sua abitazione.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)