Scuole senza riscaldamenti?

 

pubblicato il 26 Novembre 2015, 22:26
2 mins

La notizia non è campata in aria. Perché già da qualche settimana c’è n’era il sentore. Di che parliamo? Del fatto che la Provincia di Taranto avrebbe deliberato di effettuare il rifornimento di gasolio da riscaldamento agli istituti scolastici di competenza solo nei Comuni… sopra i 300 metri dal livello del mare. Si, avete capito proprio bene! È la delibera sarebbe stata firmata dal presidente in persona, Martino Tamburrano. Questione di soldi, in sostanza par di capire. Di bilancio, insomma.
Ora, abbiamo cercato di saperne di più, siamo andati a caccia della delibera, ma fino a ieri sera il nulla. Però, la notizia s’è diffusa, tant’è che in alcuni istituti scolastici c’è aria di mobilitazione, specie perché l’inverno è alle porte e in questi giorni non è che le temperature siano proprio piacevoli.
Il problema, se fosse confermato, riguarderebbe non solo il comune capoluogo ma anche quei comuni che magari per qualche metro sono al di sotto della soglia dei 300, comuni che ospitano istituti scolastici superiori, che sono poi quelli di competenza della Provincia.
Siamo alle solite, se tutto fosse confermato. A pagare le conseguenze di bilanci allegri degli Enti pubblici sono sempre i cittadini. E sì che l’Ente di via Anfiteatro, a suo tempo, aumentò la propria quota parte della Rc per i veicoli. Adesso, risparmia sui riscaldamenti alle scuole.
Speriamo che la vicenda si risolva, che magari la decisione sia solo… un’idea balenata nel palazzone di via Anfiteatro e subito svanita. Altrimenti, cari studenti, portateci qualche stufata da casa, imbottiteci ben bene e stringete i denti. Stringeteli, non… batteteli!

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Articolo Precedente

Genitori e disagi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)