Braccianti: urge il contratto

 

pubblicato il 22 Novembre 2015, 20:37
2 mins

L’avvio delle trattative per il rinnovo del contratto provinciale di Taranto all’ordine del giorno del prossimo attivo unitario di Uila-Uil, Flai-Cgil e Fai Cisl.

L’appuntamento è per domani, lunedì, alle ore 9, nella sala conferenze della Uil in piazza Dante 2, a Taranto.

A convocarlo, i segretari generali di Uila e Flai, Antonio Trenta e Assunta Urselli ed il segretario territoriale Fai, Francesca Negro.

I lavori saranno coordinati da Paolo Frascella, segretario generale della Fai Cisl di Puglia. Interverrà, oltre ai segretari generali di Flai e Uila di Taranto, ed al segretario territoriale Fai, il consigliere provinciale con delega al Mercato del lavoro, Vito Miccolis. A relazionare sarà Ida Cardillo, segretario territoriale della Uila-Uil. Concluderà Giuseppe De Leonardis, segretario generale della Flai-Cgil Puglia.

“La necessità di organizzare un attivo unitario sul rinnovo del contratto – spiega Trenta – nasce dal fatto che, pur possedendo l’agricoltura ionica, in modo intrinseco, tutti i requisiti per proiettarsi quale volano per lo sviluppo dell’intera economia provinciale, come conferma l’estrema vivacità dimostrata da tante imprese, sconta purtroppo evidentissimi ritardi e difficoltà. Ritardi e difficoltà che non si ripercuotono negativamente solo sulle imprese agricole, le quali troppo spesso non riescono ad esprimere le proprie potenzialità, ma anche su migliaia di lavoratori agricoli i quali tutti i giorni si recano sul posto di lavoro pur non vedendo sempre riconosciuti i propri diritti”.

“Per questo – aggiunge Urselli – è necessario che tutti i soggetti interessati si attivino per dare un concreto contributo allo sviluppo del comparto agro-alimentare al fine di determinare contestualmente un incremento vero del reddito dell’impresa, dell’occupazione, della professionalità e del salario agli addetti”.

“Ed è evidente – conclude Negro – in uno scenario del genere, che lo strumento del contratto provinciale teso a far emergere tutte quelle forme di lavoro irregolare, di sottosalario, di evasione contributiva e più in generale di illegalità, riveste una grande importanza”.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)