0 [post-views]view 5 mins
Foto www.corriereditaranto.it
Corriere di Taranto
apertura1 12 Dic 2018
Previste 9 sale di proiezione, 700 posti auto e un centro sportivo

Il cinema multisala al quartiere Paolo VI potrebbe diventare realtà a breve. Infatti, nei giorni scorsi sono partiti i lavori di cantierizzazione della struttura, su viale Cannata in zona Vaccarella: in pratica, un’area tra il Centro Direzionale Mar Piccolo e il centro commerciale MD.
La prime ruspe e i primi camion si sono visti, il pannello che riporta i dati del cantiere è stato piantato e l’area sta già subendo i primi interventi di spianamento. Insomma, sembra proprio che questa vicenda, lontana almeno 6 anni nella proposta, stia per giungere alla sua fase realizzativa, anche se la data di inizio lavori risale al 7 febbraio 2017.

Un po’ di storia è d’obbligo. Il progetto inerente alla realizzazione del multisala (9 sale di proiezione più circa 700 posti auto ed un centro sportivo con campi da tennis) a Paolo…

0 [post-views]view 5 mins
Corriere di Taranto
Per gravina Leucaspide, territorio a nord di Statte, Mar Piccolo ed ex depositi del rione Salinella

Si è svolto ieri pomeriggio, presso la Prefettura di Taranto, un importante incontro voluto dall’assessore all’Ambiente della Regione Puglia, Gianni Stea, in merito all’attuazione dell’accordo di programma per la messa in sicurezza e bonifica del Sin di Taranto e risorse residue di cui alla ex contabilità speciale 2017. Erano presenti, oltre all’assessore Stea, la dott.ssa Vera Corbelli (collegata in videoconferenza), commissario straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, riqualificazione e ambientazione di Taranto; l’ing. Giovanni Scannicchio, dirigente sezione ciclo dei rifiuti e bonifche della Regione; il dott. Rinaldo Melucci, sindaco di Taranto; il dott. Francesco Andrioli, sindaco di Statte;…

ALTRE

NEWS

Ai domiciliari, in giro per le vie del centro storico. Arrestato dalla Polizia
Di
Aveva deciso di approfittare della bella giornata per evadere dagli arresti domiciliari e fare una passeggiata: un trentenne grottagliese, Luciano
Laterza, marito violento: in manette 62enne
Di
I Carabinieri della Stazione di Laterza (Taranto) hanno eseguito un provvedimento cautelare, emesso dal GIP del Tribunale di Taranto su richiesta

FLASH

CRONACA

Nella tarda mattina di ieri, personale della Squadra Mobile ha denunciato in stato di libertà un tarantino di 35 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il 35enne da alcuni giorni era osservato dai poliziotti, perché sospettato
Desk / Dic 12

SPETTACOLI

& CULTURA

Da Palagiano a Mottola, passando attraverso i colori e le emozioni dell’Africa, per metterle in mostra nel Castello Aragonese. “Nel cuore dell’Africa”: è questo il titolo della mostra fotografica e del libro, che Fedele Forino, fotografo pluripremiato dal National Geographic, 
Desk / Dic 12

SPORT

Termina zero a zero il big match della quindicesima giornata del girone H della serie D tra Taranto e Picerno. Alla squadra di Panarelli non sono bastati una dozzina di tiri verso lo specchio della porta (si badi bene, verso lo specchio della porta e non nello…),
Saracino / Dic 12

GREEN

& JOB

Il cluster marittimo, il porto con i suoi scenari di sviluppo, la ZES, la blue economy sono stati al centro dell’importante convegno “Taranto e l’economia del mare: il qualificato ruolo del commercialista a supporto delle attività d’impresa e… non solo”, realizzato
Desk / Dic 12

OLTRE

LE CHERADI

0 [post-views]view 3 mins
Corriere di Taranto
Storia di una violazione dei diritti umani lunga decenni

Scrivo questo articolo sul ‘Giorno della dichiarazione universale del 1948 sui Diritti umani’. Una data su cui tutti siamo chiamati a riflettere. L’occasione è data per parlare dei Saharawi, un popolo che ha conosciuto nel mo primo viaggio africano. Una storia di violazione dei diritti umani lunga decenni.

Il popolo Saharawi è costituito dai gruppi tribali arabo-berberi, vive dal 1975 abbandonato nelle zone del Sahara Occidentale, rifugiato nel deserto sud algerino in campi presso l’oasi di Tindouf. Le tribù sembra discendano da due gruppi insediatisi nell’area fin dall’epoca delle prime conquiste islamiche, alla fine del VII secolo d.C. Esse rivendicano un’ascendenza araba, parlano un linguaggio comune alla confinante Mauritania e nell’Algeria.Nel 2016 sono ritornato a occuparmi di loro in occasione dell’ultimo reportage prma dell’incidente che ha messo fine al mo mestiere di reporter.
La loro storia moderna inizia ai primi del 1975, quando il Marocco occupò i loro territori, mettendo fine al programma di ‘autodeterminazione’ del popolo saharawi; in seguito all’occupazione nacque la guerriglia del Fronte Polisario, il loro esercito armato. La guerriglia è sospesa dal 1991 per l’intervento delle Nazioni Unite che controllano la regione..
Nel 2003 James Baker, inviato speciale delle Nazioni Unite, propose un piano in 2 fasi che, dopo una transizione di 5 anni in cui il Marocco e il Sahara Occidentale avrebbero governato insieme nei territori occupati, sarebbe dovuto culminare con il referendum. Ma il piano non trovò il favore del Marocco. Il Consiglio di Sicurezza delle…

SPORT

Basket, Cus Jonico, con Vieste vittoria al cardiopalma
Di
Vittoria di nervi e di cuore per il Cus Jonico Basket Taranto che si regala e regala ai suoi tifosi
Vela, si chiude il campionato Autunnale di Vela d’Altura
Di
Domenica 9 dicembre si terrà la regata conclusiva del campionato Autunnale di Vela d’Altura – Città di Taranto 2018, organizzato

Articoli

INTERESSANTI

Lo Slai cobas denuncia ancora problemi per lavoratori ex Pasquinelli
Lo Slai cobas torna a denunciare problemi per i lavoratori Amiu ex Pasquinelli. “In questi
Corriere di Taranto
Sviluppo economico territorio jonico: due importanti convegni
“Ho partecipato oggi, presso la Camera di Commercio di Taranto, all’incontro promosso dal Ministero dello
Corriere di Taranto

PHOTOGALLERY

PROGETTO ARISTOSSENO

L'AVVOCATO CONSIGLIA

AFFARI E FINANZA

La Redazione

Marcello Di Noi

Francesco Riondino

Gianmario Leone

Maddalena Orlando

Franco Guarino

Angelo Diofano

Alessandro Greco

Emanuele Spataro