PRIMO PIANO

0 [post-views]view 25 secs
Corriere di Taranto
Numeri sempre in discesa. Il tasso è del 5,67%. Dimezzati i decessi rispetto a ieri

Oggi sono stati registrati 9.984 test (ieri 9.827) e sono stati registrati 567 casi positivi (ieri 591): 120 in provincia di Bari, 67 in provincia di Brindisi, 67 nella provincia BAT, 136 in provincia di Foggia, 105 in provincia di Lecce, 71 in provincia di Taranto (ieri 86), 1 caso di provincia di residenza non nota.
Il tasso di positività è di 5,67%, ieri del 6%.
Sono stati registrati 11 decessi (ieri 23): 2 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 1 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto. In totale sono 6254 i decessi.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.373.878 test. 200.955 sono i pazienti guariti (fino a ieri 199.894). 38.736 sono i casi attualmente positivi (fino a ieri 39.241); di questi 1.260 sono i ricoverati (fino a ieri 1.321).
Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è…

IN EVIDENZA

Covid-19, la situazione negli ospedali tarantini
Corriere di Taranto

L’ASL Taranto comunica che, attualmente, l’ospedale “San Giuseppe Moscati” ospita n. 41 pazienti affetti…

Covid-19, Puglia: Terapie intensive al 24% (-1%)
Corriere di Taranto

L’ultimo monitoraggio dell’Agenas – Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali – certifica come…

12 ottobre 2020

Posa prima pietra Ospedale ‘San Cataldo’

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha partecipato alla posa della prima pietra del costruendo nuovo ospedale ‘San Cataldo’. Il nostro giornale ha deciso di contare i giorni che occorreranno per la consegna della nuova struttura alla città.

POLITICA & PALAZZO

Questa mattina, a Palazzo di Città, il componente del consiglio direttivo di Eurispes, l’avvocato Arnaldo Sala, ha consegnato al sindaco Rinaldo Melucci il 33esimo Rapporto Italia stilato dall’istituto di ricerca che, in premessa, ha un capitolo dedicato al futuro di Taranto.
Desk / Mag 15

GREEN & JOB

Sul rapporto Eurispes, in particolare però sula vicenda dell’ex Ilva di Taranto (leggi https://www.corriereditaranto.it/2021/05/13/leurispes-chiudere-e-bonificare-ex-ilva-in-30-anni/), interviene con una lunga nota il Comitato dei Cittadini Liberi e Pensanti. Il Comitato legge con favore le riflessioni di Eurispes, ritenendolo vicino a quanto sostengono ormai da anni sullo stabilimento siderurgico di Taranto. L’Eurispes, Istituto di Studi Politici, Economici e Sociali è un ente privato che opera dal 1982 nel campo della ricerca politica, economica e sociale. Ogni anno l’ente
Desk / Mag 15

FLASH CRONACA

Ieri, a Taranto, l’immediato intervento dei “Falchi” ha permesso di arrestare un pregiudicato marocchino di 42 anni, responsabile, pochi istanti prima di un’aggressione ai danni di una donna che passeggiava insieme ad un’amica sul Lungomare, per strapparle la borsa.
Desk / Mag 15

SPETTACOLI & CULTURA

La Delegazione FAI di Taranto, ora che la Puglia è in fascia gialla, propone le aperture della Concattedrale Gran Madre di Dio a Taranto, del Santuario Mater Domini e cripta di Santa Domenica a Laterza, del palazzo Imperiali-Filotico di Manduria. L’assessore agli Affari Generali Annalisa Adamo ha incontrato la Delegazione FAI Taranto e il presidente prof. Giacomo Scarfato, portando il saluto dell’amministrazione Melucci che ha conferito patrocinio del Comune di Taranto. “Dal 1975 il FAI
Desk / Mag 15

ALTRE NEWS

Lungomare dopo-lavoro Ilva, Battista: cantiere… fantasma
Di
Questa mattina, il consigliere comunale Battista, allertato dalle segnalazioni di alcuni cittadini, si è recato nel tratto del Lungomare prospiciente
In fuga da marzo: preso latitante a Brindisi
Di
I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Martina Franca hanno arrestato M.S., 59enne del posto, censurato, nullafacente, responsabile di
“ArcelorMittal, incontro al MiSE: molti annunci, zero fatti”
Di
“Incontro interlocutorio, anzi inconcludente, dal quale si evince una situazione di questo tipo: una multinazionale arrogante nei confronti di tutti,
Cor_Sport_logo
0 [post-views]view 3 mins
Corriere di Taranto
Il Taranto affronta una trasferta delicata
0 [post-views]view 3 mins
Corriere di Taranto
Si preannuncia un altro match infuocato
GoodNews_logo
0 [post-views]view 4 mins
Corriere di Taranto
L’acquacoltura è un sistema di produzione alimentare efficiente per uso di risorse: acqua, suolo, energia e per impatto sull’ambiente. E i vantaggi sono anche economici, sociali e culturali

L’Italia vanta la seconda flotta europea di pescherecci. Oltre ventimila imbarcazioni, trentamila marittimi che arrivano a centomila, considerando il personale a terra. L’indotto sfiora mezzo milione di lavoratori. Numeri che dicono quanto la pesca sia importante nel nostro Paese.

E di fronte a una popolazione mondiale in continua crescita e con richieste sempre maggiori, l’acquacoltura sostenibile è la risposta migliore. A livello globale, infatti, mentre cresce la presenza di plastica in mare (vedi https://www.corriereditaranto.it/2021/04/11/guerra-al-continente-in-piu/ – Corriere di Taranto) il consumo di pesce aumenta in maniera crescente e il sessanta per cento delle risorse ittiche è sfruttato oltre misura.

Secondo i dati API (Associazione Piscicoltori Italiani) e uno studio del 2018 della FAO, l’acquacoltura risulta il sistema di produzione alimentare più efficiente per uso di risorse: acqua, suolo, energia e per impatto sull’ambiente.

Il raffronto è presto fatto. Per produrre un chilo di pesce occorrono poco più di 8 litri d’acqua e si generano 3,3 chili di anidride carbonica. Invece, per ottenere un chilo di carne di maiale, sono necessari più di 28…

Cor_RUBRICA_Terzo_Paesaggio_logo-1100x158
0 [post-views]view 3 mins
Corriere di Taranto
Frammenti di chiacchiere, discorsi, vite

Barista – Potete entrare e consumare al banco!

Federico – “Siamo gialli” Pasquale. Mo’ putìme trase’ a pegghiarce ‘u cafè!

Pasquale – Eh…no’ vedève l’ore! Sai che ho pensato? Visto che siamo stati a casa a Natale, Pasqua, il 25 Aprile…

fuoridalcoro_postit2

Due notizie giudiziarie, hanno fatto irruzione nel mondo politico italiota. Una è il non luogo a procedere per il sempre agitato Salvini in merito ad alcuni sbarchi negati. L’altra riguarda l’ex presidente del consiglio desaparecidos D’Alema cui è stata richiesta da Bruxelles la restituzione di 500 mila euro, riscossi per la “Fondazione dei socialisti europei”. Sul capo dei seguaci di Alberto da Giussano, pende un altro rinvio a giudizio per una vicenda identica in altra procura, semmai ci fossero dei subbi sulle contraddizione nella interpretazione della legge. Della vicenda precipitata sulla testa dell’ex segretario del Pd, sembra nessuno abbia voglia di parlare. Forse perché aver colto con le mani nella marmellata chi delle mani pulite ha fatto la propria identità politica, può costringere i filogovernativi dell’informazione a cospargersi il capo di cenere. Entrambe le vicende lasciano in braghe di tela tanto chi sta con chi comanda che con chi è costretto ad ubbidire. Per noi vuol dire solo una cosa: che il bene ed il male non stanno mai solo da una parte. E questo vale per tutti. Noi compresi. Ovvio.

 

monty

La Redazione

Marcello Di Noi

Francesco Riondino

Maddalena Orlando

Giovanni Saracino

Gianmario Leone

Alessandro Greco

Franco Guarino

Angelo Diofano