redazioneonline

Corriere di Taranto

Postato il 22 giugno 2018, 18:50 pm
22 secs

La Puglia al secondo posto, dopo la Campania, per illegalità nel ciclo dell’inquinamento di acque e suolo in regioni costiere

La Puglia è al secondo posto, dopo la Campania, nella classifica delle illegalità nel ciclo del cemento e inquinamento delle acque e del suolo nelle regioni costiere, pesca di frodo, codice della navigazione e nautica da diporto. E’ quanto emerge dalla campagna Mare Monstrum 2018 di Legambiente in occasione della partenza di Goletta Verde che salpa oggi dalla Liguria e sarà in Puglia dal 23 al 27 luglio. A fronte di 2.098 infrazioni accertate, pari al 12,3% del totale nazionale, sono state 2.226 le persone denunciate e arrestate in Puglia, e 759 i sequestri effettuati dalle Forze dell’Ordine.
Nella classifica del ‘mare illegale’ la Puglia detiene il secondo posto con 677 infrazioni accertate, pari all’11,1% del totale nazionale, 820 persone denunciate e arrestate e 312 sequestri, mentre sul fronte dell’abusivismo edilizio e ciclo del cemento, la nostra regione occupa il terzo posto, dopo Campania e Calabria, con 417 infrazioni accertate, 483 persone denunciate e 250 sequestri effettuati. (ANSA).

redazioneonline

Corriere di Taranto

Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)