CONDIVIDI
Foto Paolo Occhinegro
TOP AD

Si rinnova oggi la tradizionale benedizione dei pani nella ricorrenza di Sant’Antonio da Padova. In molte chiese (specialmente in quella dedicate al santo in via Duca degli Abruzzi e in quella di San Francesco De Geronimo, ai Tamburi) è usanza al termine delle sante messe che i devoti portino all’altare, per la benedizione da parte del sacerdote e la successiva distribuzione ai fedeli, grandi quantitativi di pane: non di qualunque tipo ma solo quelle pagnotte che vengono appunto denominate ”di Sant’Antonio”.

In serate, le due processioni. Una partirà dalla chiesa dedicata al santo al Borgo: alle ore 18 si terrà la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo monsignor Filippo Santoro e alle ore 19 il simulacro sarà portato per le vie Bruno, Crispi, Oberdan, Duca degli Abruzzi, Mazzini, Cavallotti, Dante, Duca di Genova, Duca degli Abruzzi, con conclusione sul sagrato per la benedizione; presterà servizio il complesso bandistico “Città di Crispiano” diretto dal Bolognino; al termine, alle ore 21, concerto “Tributo a Baglioni” con Giuseppe Panarelli e il suo complesso; possibilità di consumare focacce, dolci e bibite con il ricavato delle offerte devoluto in beneficenza.

Ai Tamburi questo è il programma della serata. Alle ore 18, celebrazione eucaristica in onore del santo del padre spirituale della confraternita don Nino Borsci, concelebrata dal vicario parrocchiale don Alessandro Argentiero e dal diacono don Francesco Venuto; alle ore 19, processione solenne per le vie Orsini, Galeso, delle Sciaie, Masaccio, Verdi, Orsini e piazza mons. Cosimo Russo. Durante la processione, sosta per lo spettacolo pirotecnico della ditta Itria Fireworks di Martina Franca; presterà servizio la grande orchestra di fiati “Santa Cecilia-Città di Taranto diretta dal maestro Giuseppe Gregucci.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO